Menu
Cerca

Filmava le donne in bagno con la “spy pen”

Filmava le donne in bagno con la “spy pen”
Cronaca 05 Giugno 2017 ore 12:36

Era accusato d’aver nascosto una “spy pen” munita di telecamera nel bagno delle donne di un’importante società di Cavaglià. Avrebbe così registrato immagini intime di sei dipendenti della stessa azienda. Accusato di violenza privata, un  uomo di 42 anni di Vigliano, ha alla fine evitato il processo per aver svolto con esito positivo per un periodo di 8 mesi l’istituto della “messa alla prova”: ha lavorato gratis per il comune di Lessona, ha chiesto scusa alle donne e pagato un danno simbolico di 200 euro.
Valter Caneparo 

Leggi di più sull’Eco di Biella di lunedì 5 giugno 2017 


Era accusato d’aver nascosto una “spy pen” munita di telecamera nel bagno delle donne di un’importante società di Cavaglià. Avrebbe così registrato immagini intime di sei dipendenti della stessa azienda. Accusato di violenza privata, un  uomo di 42 anni di Vigliano, ha alla fine evitato il processo per aver svolto con esito positivo per un periodo di 8 mesi l’istituto della “messa alla prova”: ha lavorato gratis per il comune di Lessona, ha chiesto scusa alle donne e pagato un danno simbolico di 200 euro.
Valter Caneparo 

Leggi di più sull’Eco di Biella di lunedì 5 giugno 2017 


Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli