Fallisce la truffa dell’acqua al mercurio

Fallisce la truffa dell’acqua al mercurio
Cronaca 09 Novembre 2016 ore 12:08

OCCHIEPPO INFERIORE - Stavolta non è riuscita la truffa all’anziana di turno presa di mira dai soliti ignoti. Il trucco dell’acqua avvelenata e dell’oro da inserire in un sacchetto che va poi messo in frigo per evitare che possa cambiare colore, non sono serviti ad ingannare una pensionata di 85 anni che abita a Occhieppo Inferiore e che ha reagito chiedendo aiuto al vicino di casa. La successiva telefonata al “112” dei carabinieri , ha letteralmente messo le ali ai piedi ai truffatori.

Stando alle testimonianza della pensionata, i truffatori entrati in azione erano due, un uomo e una donna sulla cinquantina che si sono spacciati per dipendenti dell’acquedotto. Hanno quindi parlato di una pericolosa perdita d’ acqua al mercurio dalla condotte comunali. L’anziana - che abita lungo via per Camburzano, in una casa isolata - non è rimasta imbambolata ad ascoltare e, quel che più conta, non ha aperto la porta a quei due che intanto le stavano raccontando la storia dell’oro e dei soldi da inserire un sacchetto da mettere a raffreddare in frigo, meglio se nel congelatore.

In passato, in numerose occasioni, il modo di fare e la parlantina fluida e ricercata hanno fatto breccia su tante persone anziane. Ma stavolta non c’è stato verso: la signora era stata preparata per bene ad affrontare eventuali truffatori e ha reagito alla grande invitando i due ad andarsene. I carabinieri hanno già raccolto la descrizione dei due truffatori che sono ora ricercati.

V.Ca.

OCCHIEPPO INFERIORE - Stavolta non è riuscita la truffa all’anziana di turno presa di mira dai soliti ignoti. Il trucco dell’acqua avvelenata e dell’oro da inserire in un sacchetto che va poi messo in frigo per evitare che possa cambiare colore, non sono serviti ad ingannare una pensionata di 85 anni che abita a Occhieppo Inferiore e che ha reagito chiedendo aiuto al vicino di casa. La successiva telefonata al “112” dei carabinieri , ha letteralmente messo le ali ai piedi ai truffatori.

Stando alle testimonianza della pensionata, i truffatori entrati in azione erano due, un uomo e una donna sulla cinquantina che si sono spacciati per dipendenti dell’acquedotto. Hanno quindi parlato di una pericolosa perdita d’ acqua al mercurio dalla condotte comunali. L’anziana - che abita lungo via per Camburzano, in una casa isolata - non è rimasta imbambolata ad ascoltare e, quel che più conta, non ha aperto la porta a quei due che intanto le stavano raccontando la storia dell’oro e dei soldi da inserire un sacchetto da mettere a raffreddare in frigo, meglio se nel congelatore.

In passato, in numerose occasioni, il modo di fare e la parlantina fluida e ricercata hanno fatto breccia su tante persone anziane. Ma stavolta non c’è stato verso: la signora era stata preparata per bene ad affrontare eventuali truffatori e ha reagito alla grande invitando i due ad andarsene. I carabinieri hanno già raccolto la descrizione dei due truffatori che sono ora ricercati.

V.Ca.