Cronaca

Era morto in casa da quattro giorni

Era morto in casa da quattro giorni
Cronaca 27 Giugno 2016 ore 10:18

BIELLA - Era morto da giorni nel suo appartamento al primo piano di un condominio di via Perotti 6 a Biella, una stradina che corre per un breve tratto parallela a viale Roma e sfocia allinizio di corso Europa, davanti alla stazione San Paolo. Nando Branca avrebbe compiuto 59 anni il prossimo 17 agosto. Lo hanno trovato i Vigili del fuoco ieri mattina intorno alle 10 dopo essere entrati attraverso il balcone. Luomo era riverso sul divano, morto forse da quattro o cinque giorni, forse da una settimana. Difficile per il medico legale stabilire le cause del decesso anche se lipotesi piu? plausibile parla di infarto fulminante. Nessuno, dagli appartamenti vicini, ha sentito nulla di allarmante nei giorni scorsi tipo richieste daiuto o rumori particolari: Nando Branca, originario di Galliate, nel Novarese, era molto riservato, viveva solo e a parte i canonici saluti scambiati con i vicini, a sapere qualcosa di lui erano veramente in pochi, magari anche solo dei conoscente che incontrava solitamente al bar e con i quali scambiava qualche parola oppure i colleghi di lavoro. Con i pompieri - che hanno aperto l'appartamento dall'interno dove hanno trovato le chiavi inserite nella serratura - sono intervenuti anche gli agenti di una volante della polizia. Nelle stanze, bene arredate, in modo signorile, tutto era in ordine, altro particolare che ha fatto subito escludere ai poliziotti qualsiasi altra ipotesi se non quella naturale. In seguito al sopralluogo del medico legale, il magistrato di turno, Maria Bambino, ha concesso all’incaricato dell’impresa funebre Ravetti di prelevare il corpo che e? poi stato portato nella camera mortuaria del cimitero cittadino. Fino a ieri i poliziotti stavano cercando dei parenti dell’uomo che lascia l’anziana madre ospite di una casa di riposo. Il nullaosta per i funerali e? atteso per stamattina dopo che il magistrato avra? deciso se far effettuare o meno l’autopsia.

V.Ca. 

BIELLA - Era morto da giorni nel suo appartamento al primo piano di un condominio di via Perotti 6 a Biella, una stradina che corre per un breve tratto parallela a viale Roma e sfocia all’inizio di corso Europa, davanti alla stazione San Paolo. Nando Branca avrebbe compiuto 59 anni il prossimo 17 agosto. Lo hanno trovato i Vigili del fuoco ieri mattina intorno alle 10 dopo essere entrati attraverso il balcone. L’uomo era riverso sul divano, morto forse da quattro o cinque giorni, forse da una settimana. Difficile per il medico legale stabilire le cause del decesso anche se l’ipotesi piu? plausibile parla di infarto fulminante. Nessuno, dagli appartamenti vicini, ha sentito nulla di allarmante nei giorni scorsi tipo richieste d’aiuto o rumori particolari: Nando Branca, originario di Galliate, nel Novarese, era molto riservato, viveva solo e a parte i canonici saluti scambiati con i vicini, a sapere qualcosa di lui erano veramente in pochi, magari anche solo dei conoscente che incontrava solitamente al bar e con i quali scambiava qualche parola oppure i colleghi di lavoro. Con i pompieri - che hanno aperto l'appartamentodall'interno dove hanno trovato le chiavi inserite nella serratura - sono intervenuti anche gli agenti di una volante della polizia. Nelle stanze, bene arredate, in modo signorile, tutto era in ordine, altro particolare che ha fatto subito escludere ai poliziotti qualsiasi altra ipotesi se non quella naturale. In seguito al sopralluogo del medico legale, il magistrato di turno, Maria Bambino, ha concesso all’incaricato dell’impresa funebre Ravetti di prelevare il corpo che e? poi stato portato nella camera mortuaria del cimitero cittadino. Fino a ieri i poliziotti stavano cercando dei parenti dell’uomo che lascia l’anziana madre ospite di una casa di riposo. Il nullaosta per i funerali e? atteso per stamattina dopo che il magistrato avra? deciso se far effettuare o meno l’autopsia.

V.Ca. 

Seguici sui nostri canali