Menu
Cerca

“Emergenza freddo”, servono soldi

“Emergenza freddo”, servono soldi
Cronaca 11 Febbraio 2016 ore 15:13

BIELLA - I soldi non bastano ed “Emergenza freddo” cerca contributi. Il progetto, cui capofila sono i consorzi Iris e Cissabo, negli ultimi tre inverni ha consentito di accogliere in apposite strutture 150 persone in difficoltà, garantendo loro un letto al coperto, una cena calda e la possibilità di trascorrere la notte in un ambiente accogliente e dignitoso. Con le risorse disponibili il servizio è garantito fino a fine mese, ma servono altre donazioni per prorogarlo almeno di 15 giorni, fino alla fine dell’inverno. 

Sono 45 in tutto i posti disponibili, realizzati grazie alla collaborazione tra enti pubblici e privati. I posti letto sono dislocati in tre diverse strutture. Al centro Borri di vicolo del Ricovero ci sono 20 posti dedicati all’accoglienza maschile, a casa Torrione, in via fratelli Rosselli, cinque posti di accoglienza femminile e, dallo scorso dicembre, sono stati attivati all’istituto Belletti Bona altri 20 posti, che hanno accolto in media 18 ospiti a notte.

Chi volesse contribuire può fare un bonifico al seguente IBAN: IT 66B0609022300000013890039, che è intestato all’associazione La rete. Con 15 euro si garantiscono lenzuola e asciugamani puliti per una settimana per cinque persone, con 25 euro si paga la cena a cinque persone per una settimana, mentre chi potesse donare 38 euro assicurerebbe l’accoglienza di un senza tetto per due notti. Per informazioni: 015.2521821, al mattino.  

Shama Ciocchetti

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 11 febbraio 2016

BIELLA - I soldi non bastano ed “Emergenza freddo” cerca contributi. Il progetto, cui capofila sono i consorzi Iris e Cissabo, negli ultimi tre inverni ha consentito di accogliere in apposite strutture 150 persone in difficoltà, garantendo loro un letto al coperto, una cena calda e la possibilità di trascorrere la notte in un ambiente accogliente e dignitoso. Con le risorse disponibili il servizio è garantito fino a fine mese, ma servono altre donazioni per prorogarlo almeno di 15 giorni, fino alla fine dell’inverno. 

Sono 45 in tutto i posti disponibili, realizzati grazie alla collaborazione tra enti pubblici e privati. I posti letto sono dislocati in tre diverse strutture. Al centro Borri di vicolo del Ricovero ci sono 20 posti dedicati all’accoglienza maschile, a casa Torrione, in via fratelli Rosselli, cinque posti di accoglienza femminile e, dallo scorso dicembre, sono stati attivati all’istituto Belletti Bona altri 20 posti, che hanno accolto in media 18 ospiti a notte.

Chi volesse contribuire può fare un bonifico al seguente IBAN: IT 66B0609022300000013890039, che è intestato all’associazione La rete. Con 15 euro si garantiscono lenzuola e asciugamani puliti per una settimana per cinque persone, con 25 euro si paga la cena a cinque persone per una settimana, mentre chi potesse donare 38 euro assicurerebbe l’accoglienza di un senza tetto per due notti. Per informazioni: 015.2521821, al mattino.  

Shama Ciocchetti

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 11 febbraio 2016