Cronaca

Ecco il "mercatino degli oggetti rubati"

Ecco il "mercatino degli oggetti rubati"
Cronaca 28 Aprile 2016 ore 15:02

Si trova a Leinì (Torino), in un magazzino in via Reiss Romoli 122/5, il “mercatino della merce rubata”. Incredibile. C’è di tutto e tutto risulta rubato da cantieri, abitazioni, aziende. I carabinieri hanno trovato 400 pezzi rubati per un valore di 150.000 euro, catalogati per categorie e sistemati con cura sugli scaffali. Tra il materiale sequestrato (si presume che provenga anche da furti commessi nel Biellese) sono stati rinvenuti trapani, avviatori, seghetti alternativi, seghe circolari e flessibili, martelli pneumatici, misuratori laser e casse acustiche. Il “guardiano” del magazzino, Abdellatif K., 46 anni, abitante a Torino, origini marocchine, è stato arrestato per ricettazione.

L'operazione rientra nelle indagini riguardo le bande specializzate in furti ai danni di aziende, cantieri edili e officine meccaniche. Per visionare la merce sequestrata telefonare al 011.9988007 della Stazione carabinieri di Leini. L’iniziativa è stata organizzata per dare modo di visionare la refurtiva e cercare di risalire ai legittimi proprietari.

Si trova a Leinì (Torino), in un magazzino in via Reiss Romoli 122/5, il “mercatino della merce rubata”. Incredibile. C’è di tutto e tutto risulta rubato da cantieri, abitazioni, aziende. I carabinieri hanno trovato 400 pezzi rubati per un valore di 150.000 euro, catalogati per categorie e sistemati con cura sugli scaffali. Tra il materiale sequestrato (si presume che provenga anche da furti commessi nel Biellese) sono stati rinvenuti trapani, avviatori, seghetti alternativi, seghe circolari e flessibili, martelli pneumatici, misuratori laser e casse acustiche. Il “guardiano” del magazzino, Abdellatif K., 46 anni, abitante a Torino, origini marocchine, è stato arrestato per ricettazione.

L'operazione rientra nelle indagini riguardo le bande specializzate in furti ai danni di aziende, cantieri edili e officine meccaniche. Per visionare la merce sequestrata telefonare al 011.9988007 della Stazione carabinieri di Leini. L’iniziativa è stata organizzata per dare modo di visionare la refurtiva e cercare di risalire ai legittimi proprietari.

Seguici sui nostri canali