Menu
Cerca

E' tornato il truffatore dell'acqua al mercurio

E' tornato il truffatore dell'acqua al mercurio
Cronaca 01 Marzo 2016 ore 14:32

Sta circolando per il Biellese il truffatore dell’acquedotto che cerca di imbambolare e derubare le persone anziane con la scusa dell’acqua al mercurio. E’ successo anche ieri ad Ailoche. La pensionata che ha aperto la porta al finto tecnico con cappellino e tuta blu, ha 84 anni. Si è per fortuna accorta che qualcosa non andava in quell’uomo di età compresa fra i 35 e i 45 anni che ha chiesto di entrare per controllare le tubature e ha fatto annusare alla pensionata una sostanza che, a suo dire, conteneva mercurio ed era stata inserita nell’acquedotto rendendo l’acqua imbevibile e pericolosa per la salute. La padrona di casa ha subito afferrato il telefono e ha composto il “112” chiedendo aiuto ai carabinieri. Un gesto che ha colto di sprovvista il truffatore che ha preferito girare sui tacchi e andarsene in tutta fretta. Una pattuglia dei carabinieri del Nucleo radiomobile di Cossato si è messa sulle stracce del finto tecnico, ma non lo ha più rintracciato. E’ probabile che lo sconosciuto si sia allontanato. Dai carabinieri avvertono: ”Potrebbe tornare, occhi aperti e chiamateci subito nel caso lo notaste in giro…”.

Sta circolando per il Biellese il truffatore dell’acquedotto che cerca di imbambolare e derubare le persone anziane con la scusa dell’acqua al mercurio. E’ successo anche ieri ad Ailoche. La pensionata che ha aperto la porta al finto tecnico con cappellino e tuta blu, ha 84 anni. Si è per fortuna accorta che qualcosa non andava in quell’uomo di età compresa fra i 35 e i 45 anni che ha chiesto di entrare per controllare le tubature e ha fatto annusare alla pensionata una sostanza che, a suo dire, conteneva mercurio ed era stata inserita nell’acquedotto rendendo l’acqua imbevibile e pericolosa per la salute. La padrona di casa ha subito afferrato il telefono e ha composto il “112” chiedendo aiuto ai carabinieri. Un gesto che ha colto di sprovvista il truffatore che ha preferito girare sui tacchi e andarsene in tutta fretta. Una pattuglia dei carabinieri del Nucleo radiomobile di Cossato si è messa sulle stracce del finto tecnico, ma non lo ha più rintracciato. E’ probabile che lo sconosciuto si sia allontanato. Dai carabinieri avvertono: ”Potrebbe tornare, occhi aperti e chiamateci subito nel caso lo notaste in giro…”.