Cronaca

E’ tornato il folle che buca le gomme

E’ tornato il folle che buca le gomme
Cronaca 28 Novembre 2016 ore 13:31

BIELLA - Il “taglia gomme” seriale è tornato a colpire in piazza Sandro Pertini, nel parcheggio cioé di fianco alla stazione San Paolo. Ed è di nuovo allarme, proprio come due anni fa e come l’anno prima ancora. Le denunce sono di nuovo fioccate sia dai carabinieri sia in questura, da parte di chi riuscirà a farsi rimborsare il danno dall’assicurazione. Ma tanti altri automobilisti non l’hanno neppure segnalato, si sono cambiati la gomma e sono ripartiti.

Chi è stato? Qualche forte perplessità su chi possa essere l’autore esiste, ma sinora nessuno è stato come si suol dire colto con le mani nel sacco. Tempo addietro i poliziotti avevano individuato un anziano che abita in zona. I sospetti erano così forti che avrebbero addirittura deciso di controllarlo. Ma da quel giorno, per più di un anno, non si erano più registrati danneggiamenti.

Nelle ultime settimane sono in tanti ad essersi trovati con almeno una gomma bucata con un punteruolo o addirittura tagliata da parte del folle che se la prende con le auto posteggiate in quel parcheggio e, più nel dettaglio, con i loro pneumatici. I proprietari sono pendolari oppure studenti universitari o semplici visitatori, che lasciano il loro automezzo in una delle rare aree della città dove non si deve pagare per posteggiare.

Il maniaco dei pneumatici agisce a random, non è un abitudinario. E quando colpisce, lascia dietro di sé più d’una vittima.
Stando a una signora di Sagliano Micca che ha presentato denuncia in Questura nei giorni scorsi, il folle che buca le gomme ha forato lo pneumatico anteriore della sua Fiat Sedici nella serata di un mercoledì di metà novembre dopo che aveva lasciato il veicolo in quel parcheggio alle 9 meno un quarto del mattino. «Nell’occasione - ha segnalato la signora ai poliziotti - faccio presente che altri veicoli posteggiati nelle vicinanze del mio, presentavano identici danneggiamenti e pertanto, insieme ad altre persone coinvolte, ho telefonato al “113” per richiedere l’intervento di una volante...».
V.Ca.

BIELLA - Il “taglia gomme” seriale è tornato a colpire in piazza Sandro Pertini, nel parcheggio cioé di fianco alla stazione San Paolo. Ed è di nuovo allarme, proprio come due anni fa e come l’anno prima ancora. Le denunce sono di nuovo fioccate sia dai carabinieri sia in questura, da parte di chi riuscirà a farsi rimborsare il danno dall’assicurazione. Ma tanti altri automobilisti non l’hanno neppure segnalato, si sono cambiati la gomma e sono ripartiti.

Chi è stato? Qualche forte perplessità su chi possa essere l’autore esiste, ma sinora nessuno è stato come si suol dire colto con le mani nel sacco. Tempo addietro i poliziotti avevano individuato un anziano che abita in zona. I sospetti erano così forti che avrebbero addirittura deciso di controllarlo. Ma da quel giorno, per più di un anno, non si erano più registrati danneggiamenti.

Nelle ultime settimane sono in tanti ad essersi trovati con almeno una gomma bucata con un punteruolo o addirittura tagliata da parte del folle che se la prende con le auto posteggiate in quel parcheggio e, più nel dettaglio, con i loro pneumatici. I proprietari sono pendolari oppure studenti universitari o semplici visitatori, che lasciano il loro automezzo in una delle rare aree della città dove non si deve pagare per posteggiare.

Il maniaco dei pneumatici agisce a random, non è un abitudinario. E quando colpisce, lascia dietro di sé più d’una vittima.
Stando a una signora di Sagliano Micca che ha presentato denuncia in Questura nei giorni scorsi, il folle che buca le gomme ha forato lo pneumatico anteriore della sua Fiat Sedici nella serata di un mercoledì di metà novembre dopo che aveva lasciato il veicolo in quel parcheggio alle 9 meno un quarto del mattino. «Nell’occasione - ha segnalato la signora ai poliziotti - faccio presente che altri veicoli posteggiati nelle vicinanze del mio, presentavano identici danneggiamenti e pertanto, insieme ad altre persone coinvolte, ho telefonato al “113” per richiedere l’intervento di una volante...».
V.Ca.