E’ morto improvvisamente don Carlo Gariazzo

Aveva 79 anni, ieri sera l'utimo evento. Poi, un malore nel sonno.

E’ morto improvvisamente don Carlo Gariazzo
13 Febbraio 2019 ore 12:17

E’ morto improvvisamente nella notte don Carlo Gariazzo (nella foto Fighera) il notissimo parroco della cattedrale di Biella e della parrocchia di santo Stefano. Aveva 79 anni. Nella serata si ieri aveva partecipato ad un incontro sull’attività pastorale con il vescovo e non si era sentito bene. Tornato a casa nella canonica di piazza Duomo è morto nel sonno.

Parroco del Duomo, canonico, era stato anche docente di religione

L’intera comunità biellese è rimasta attonita per questa dipartita improvvisa e senza avvisaglie recenti anche se la salute era stata minata da alcuni interventi cardiovascolari. Don Carlo Gariazzo era uno dei  preti più noti della Diocesi non solo per la capacità di ascolto, ma anche per la sua grande disponibilità verso il mondo sociale.  Canonico, presidente del Capitolo di Santo Stefano e del Santuario di Oropa, parroco del duomo, don Carlo era nato a Sandigliano il primo gennaio del ’40 ed era stato ordinato il 29 giugno del ’63. Il suo percorso sacerdotale lo ha portato ad occuparsi di molte attività diocesane e di associazioni cattoliche come l’Azione cattolica o manifestando vicinanza anche ad una casa famiglia dell’associazione Papa Giovanni di don Benzi. Ha anche insegnato  religione nelle scuole. La Diocesi ora si sta occupando delle incombenze legate al ricordo e all’ultimo saluto del sacerdote.

Il cordoglio del sindaco Cavicchioli

Le bandiere del municipio sono a mezz’asta dalla mattina di mercoledì 13 febbraio, in segno di lutto per la scomparsa di don Carlo Gariazzo. Il sacerdote era il parroco della cattedrale di Santo Stefano. “Per questo era il “vicino di casa” del Comune” ricorda il sindaco Marco Cavicchioli, “un vicino sempre pronto a collaborare e ad accogliere le numerose iniziative che nel corso di questi ultimi anni sono state organizzate in piazza Duomo, proprio sotto le sue finestre. Soprattutto, era un uomo di immensa bontà e disponibilità verso il prossimo. Per questo mancherà a tutta la città e non solo ai suoi parrocchiani che hanno avuto la fortuna di averlo più vicino”.

I funerali venerdì

I funerali si celebreranno venerdì 15 alle 15 in Duomo dove alle 20,30 di giovedì 14 sarà recitato il Rosario. In segno di rispetto questo mercoledì pomeriggio la pista di pattinaggio di piazza Monsignor Rossi è rimasta chiusa.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno