arma in lutto

E' morto il maresciallo dei Carabinieri Nicola Del Vecchio

Storico capo della sezione di polizia giudiziaria alla Procura di Biella. Nei primi anni '90 condusse le indagini sul caso dell'omicidio del tassista Tropeano

E' morto il maresciallo dei Carabinieri Nicola Del Vecchio
Cronaca Biella Città, 10 Settembre 2021 ore 23:26

Lutto a Biella dove ha prestato servizio per decenni, per la morte del Maresciallo dei carabinieri Nicola Del Vecchio, avvenuta ieri a Caserta. Carabiniere vecchio stampo, grande investigatore, è stato al centro di tutte le più importanti inchieste della Procura di Biella quando era a capo della sezione di Polizia giudiziaria, al fianco dei vari pm che si sono succeduti negli anni 90 in particolare, da Federico Panichi a Maria Luisa Ferrari, al procuratore capo dell'epoca Enrico Gumina. Di quella sezione facevano già parte colleghi come i marescialli Nicola Santimone e Tindaro Gullo, attuale capo della sezione di Pg dei carabinieri in procura.

Del Vecchio, in particolare si distinse per aver risolto, trent'anni fa - con Santimone e Gullo - il caso dell'omicidio del tassista Maurizio Tropeano, freddato con un colpo di pistola da Tommaso Biamonte, che dopo l'omicidio era fuggito in Francia e poi in Olanda, dove fu trovato a arrestato. "Che dire...ho perso un fratello. Quanti bei ricordi - lo ha ricordato proprio il maresciallo Santimone - È stato per me un maestro di vita, mi ha insegnato tanto. Lui lo sa...gliel'ho sempre detto".

A dare notizia della scomparsa del maresciallo Del Vecchio il figlio Alfonso e in poche ore sono state centinaia i messaggi di cordoglio per un investigatore che ha lasciato a Biella un grandissimo ricordo.

Sabato 11 settembre, a Pignataro Maggiore, suo paese di origine dell'alto casertano,  i funerali nel rispetto delle sue ultime volontà, quelle di essere sepolto nella sua terra.