Cronaca

Doppia esplosione, evacuato un palazzo

Doppia esplosione, evacuato un palazzo
Cronaca 27 Aprile 2016 ore 19:57

Paura oggi alle 16 e 15 in un condominio di sei piani di via Monte Mucrone a Biella per una doppia esplosione avvenuta in un appartamento al quarto piano dove abita una donna di 60 anni che in quel momento si trovava al lavoro a Torino. Le esplosioni sono avvenute nel bagno dell'appartamento e hanno fatto saltare due porte dell'antibagno e i vetri del soggiorno e della cucina. L'appartamento è stato raggiunto con l'autoscala dai Vigili del fuoco (coordinati dall'ingegner Maniscalco) che hanno messo tutto in sicurezza e si sono messi a ricercare le cause sia delle esplosioni sia del piccolo incendio che ne è scaturito e che è stato spento in pochi minuti. L'intero palazzo è stato evacuato. I poliziotti della Squadra mobile intervenuti per primi con i loro colleghi della Squadra volanti (con due pattuglie), hanno controllato che negli appartamenti non ci fosse più nessuno. Sono stati loro, con umanità e pazienza da vendere, ad aiutare una coppia di anziani a scendere in strada e a mettersi al sicuro. Ancora loro hanno tranquillizzato e portato in salvo una bambina che dopo le esplosioni, era uscita sul balcone piangendo e tremando dalla paura. Per fortuna nessuno si è fatto male. Sulle cause di certezze non ce ne sono. E' comunque escluso che possa essere esploso il boiler, peraltro elettrico. Si parla di bombolette di lacca e di botticini di acetone che potrebbero aver fatto da combustibile. L'innesco sarebbe stato provocato da un corto circuito al boiler o alla lavatrice.

Valter Caneparo

PARTICOLARI E FOTOGRAFIA LI POTRETE TROVARE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

Paura oggi alle 16 e 15 in un condominio di sei piani di via Monte Mucrone a Biella per una doppia esplosione avvenuta in un appartamento al quarto piano dove abita una donna di 60 anni che in quel momento si trovava al lavoro a Torino. Le esplosioni sono avvenute nel bagno dell'appartamento e hanno fatto saltare due porte dell'antibagno e i vetri del soggiorno e della cucina. L'appartamento è stato raggiunto con l'autoscala dai Vigili del fuoco (coordinati dall'ingegner Maniscalco) che hanno messo tutto in sicurezza e si sono messi a ricercare le cause sia delle esplosioni sia del piccolo incendio che ne è scaturito e che è stato spento in pochi minuti. L'intero palazzo è stato evacuato. I poliziotti della Squadra mobile intervenuti per primi con i loro colleghi della Squadra volanti (con due pattuglie), hanno controllato che negli appartamenti non ci fosse più nessuno. Sono stati loro, con umanità e pazienza da vendere, ad aiutare una coppia di anziani a scendere in strada e a mettersi al sicuro. Ancora loro hanno tranquillizzato e portato in salvo una bambina che dopo le esplosioni, era uscita sul balcone piangendo e tremando dalla paura. Per fortuna nessuno si è fatto male. Sulle cause di certezze non ce ne sono. E' comunque escluso che possa essere esploso il boiler, peraltro elettrico. Si parla di bombolette di lacca e di botticini di acetone che potrebbero aver fatto da combustibile. L'innesco sarebbe stato provocato da un corto circuito al boiler o alla lavatrice.

Valter Caneparo

PARTICOLARI E FOTOGRAFIA LI POTRETE TROVARE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA

Seguici sui nostri canali