Donna soccorsa a Bielmonte

Donna soccorsa a Bielmonte
Cronaca 03 Marzo 2014 ore 00:16

E’ dovuto intervenire il Soccorso alpio ieri pomeriggio a Bielmonte per soccorrere una donna di poco più di trent’anni colpita da una forte reazione allergica a un farmaco che doveva per forza essere portata in ospedale. Il mezzo del Soccorso alpino, con a bordo tra gli altri il capo delegazione Claudio Negro, ha raggiunto la signora, alloggiata in un albergo di Bielmonte,  passando dal versante che s’affaccia verso Trivero.
La donna è stata caricata e accompagnata fino a Stavello dove c’era ad attenderla l’ambulanza del “118” che ha proseguito la corsa verso l’ospedale. Per fortuna i medici sono intervenuti in tempo e la signora – pur se mantenuta sotto stretto controllo – non dovrebbe più essere in pericolo.

Problemi elettrici. Dopo aver effettuato il trasporto della paziente colpita da forte allergia, gli uomini del Soccorso alpino si sono affiancati ai tecnici dell’Enel per ripristinare la linea nella zona del Bocchetto Lovero.
Le condizioni del manto nevoso, parecchio a rischio, hanno convinto tecnici e guide del Soccorso alpino a riprendere il lavoro domani o nei prossimi giorni.
Il rischio del distacco di valanghe, infatti, è in quella zona molto elevato a causa della tanta neve che è scesa negli ulti mi giorni e delle temperature primaverili di ieri che hanno smosso il manto superficiale.
V.Ca.

E’ dovuto intervenire il Soccorso alpio ieri pomeriggio a Bielmonte per soccorrere una donna di poco più di trent’anni colpita da una forte reazione allergica a un farmaco che doveva per forza essere portata in ospedale. Il mezzo del Soccorso alpino, con a bordo tra gli altri il capo delegazione Claudio Negro, ha raggiunto la signora, alloggiata in un albergo di Bielmonte,  passando dal versante che s’affaccia verso Trivero.
La donna è stata caricata e accompagnata fino a Stavello dove c’era ad attenderla l’ambulanza del “118” che ha proseguito la corsa verso l’ospedale. Per fortuna i medici sono intervenuti in tempo e la signora – pur se mantenuta sotto stretto controllo – non dovrebbe più essere in pericolo.

Problemi elettrici. Dopo aver effettuato il trasporto della paziente colpita da forte allergia, gli uomini del Soccorso alpino si sono affiancati ai tecnici dell’Enel per ripristinare la linea nella zona del Bocchetto Lovero.
Le condizioni del manto nevoso, parecchio a rischio, hanno convinto tecnici e guide del Soccorso alpino a riprendere il lavoro domani o nei prossimi giorni.
Il rischio del distacco di valanghe, infatti, è in quella zona molto elevato a causa della tanta neve che è scesa negli ulti mi giorni e delle temperature primaverili di ieri che hanno smosso il manto superficiale.
V.Ca.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli