"Domiciliari" all'aggressore dell'anziano

"Domiciliari" all'aggressore dell'anziano
Cronaca 11 Ottobre 2016 ore 14:26

E' stato convalidato l'arresto per Amin Garouj, 22 anni, origini marocchine, il giovane che sabato scorso ha aggredito un pensionato di 81 anni lungo via Rosselli solo perché gli aveva risposto di non fumare e di non avere quindi con sé delle sigarette. Invece di allontanarsi, il giovane avrebbe afferrato un cubetto di porfido e colpito con violenza l'anziano alla testa facendolo stramazzare a terra. Rintracciato in seguito da polizia e carabinieri, era stato arrestato e messo subito agli arresti domiciliari. Ieri mattina, dopo aver convalidato l'arresto (avvenuto nei tempi della flagranza in meno di mezz'ora), il giudice ha concesso al giovane di rimanere ai "domiciliari". Ha quindi rinviato il processo per direttissima al prossimo 24 ottobre.

E' stato convalidato l'arresto per Amin Garouj, 22 anni, origini marocchine, il giovane che sabato scorso ha aggredito un pensionato di 81 anni lungo via Rosselli solo perché gli aveva risposto di non fumare e di non avere quindi con sé delle sigarette. Invece di allontanarsi, il giovane avrebbe afferrato un cubetto di porfido e colpito con violenza l'anziano alla testa facendolo stramazzare a terra. Rintracciato in seguito da polizia e carabinieri, era stato arrestato e messo subito agli arresti domiciliari. Ieri mattina, dopo aver convalidato l'arresto (avvenuto nei tempi della flagranza in meno di mezz'ora), il giudice ha concesso al giovane di rimanere ai "domiciliari". Ha quindi rinviato il processo per direttissima al prossimo 24 ottobre.