coronavirus: sciacalli e ignoranti in azione

Disinfestazioni aeree e code ai supermercati per accaparramenti: false notizie sui social

Smentite ufficiali dalla Regione Piemonte e verifica dei fatti di Eco di Biella: attenzione a quello che leggete e dove lo leggete.

Disinfestazioni aeree e code ai supermercati per accaparramenti: false notizie sui social
Biella Città, 11 Marzo 2020 ore 10:29

Disinfestazioni aeree, code ai supermercati biellesi per accaparramenti e taglio del 50% delle pensioni a causa dell’emergenza Coronavirus: tutte false notizie sui social network diffuse da sciacalli e ignoranti.

Disinfestazioni aeree e code ai supermercati: false notizie

«La notizia di una disinfestazione aerea sulle città del Piemonte che sta circolando in queste ore su molte chat e sui social, è falsa e destituita di ogni fondamento».

A comunicarlo è l’Assessore regionale ai Servizi Digitali Matteo Marnati che si è detto preoccupato per il prolificare di notizie allarmistiche sui social. «Le fake news si stanno rivelando una piaga difficile da controllare. In questo caso qualcuno si sta divertendo addirittura a invitare la popolazione a ritirare i panni stesi per evitare di contaminare i vestiti. Non è prevista alcuna disinfestazione. Chi specula sulla paura della popolazione, è da considerarsi uno sciacallo e passibile di denuncia all’autorità giudiziaria».

Si rinnova dunque l’appello ai cittadini di consultare soltanto i siti web delle istituzioni e delle testate giornalistiche registrate e di acquistare i giornali nelle edicole per gli aggiornamenti quotidiani. I social NON SONO una fonte di informazione.

La foto della coda all’Esselunga di Biella

La  foto diventata virale sui social biellesi con tanto di commenti indignati nei confronti della gente in fila sembrerebbe raccontare di una folla che ha preso d’assalto i supermercati, mossa dalla smania di accaparramento di viveri. Non è così, come da noi verificato: le code nella foto davanti all’Esselunga di Biella sono semplicemente la misura precauzionale adottata per non creare assembramenti tra le corsie come da decreto.

Dunque, si attende qualche minuto e dopo si entra trovando corsie sgombre e soprattutto scaffali regolarmente riforniti. Gli unici prodotti che ormai mancano un po’ ovunque sono le mascherine e l’amuchina, ma restando a casa il più possibile non sono necessarie.

I rifornimenti alimentari sono garantiti

Ancora ieri, un fonte ufficiale del Governo ha assicurato che i rifornimenti alimentari sono garantiti e non vi è alcuna necessità di fare scorte alimentari. Anche in caso di inasprimento delle misure attuali, con la chiusura degli uffici, gli esercizi alimentari resterebbero sempre operativi.

Taglio delle pensioni del 50%: tutto inventato

Ecco quanto fatto circolare sui social da sciacalli senza scrupoli: taglio della pensione del 50% a causa del Coronavirus. E’ tutto falso. Così come tutti gli audio e presunte circolari che viaggiano sulla chat WhatsApp.

 

LEGGI ANCHE  https://primabiella.it/cronaca/cosa-si-puo-fare-e-cosa-no-da-oggi-nel-biellese/

ECO DI BIELLA EDIZIONE DIGITALE la tua copia a 0,99 euro

LE ALTRE NOTIZIE NELLA HOME

SU FACEBOOK ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO prima BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ecodibiella

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno