Cronaca

Derubano un'anziana della pensione

Derubano un'anziana della pensione
Cronaca 12 Luglio 2016 ore 13:30

Ennesima tuffa ai danni di una persona anziana da parte dei finti tecnici dell’acquedotto che entrano nelle abitazioni con la scusa di dover leggere i numeri del contatore o per visionare la presenza di possibili perdite o perché l’acqua, a loro dire, è contaminata. Stavolta a finire nella trappola è stata una pensionata di 84 anni di Zumaglia. E’ possibile che i truffatori l’abbiano seguita sino a casa dopo averla vista prelevare dei soldi in banca. Erano le 11 e 30 di ieri mattina quando i due finti tecnici dell’acquedotto sono riusciti a farsi aprire la porta dalla pensionata. Hanno quindi distratto per un fatale istante la padrona di casa e in quel lasso di tempo sono riusciti a impadronirsi della borsa che la signora aveva appoggiato sul tavolo della cucina non appena era entrata in casa, un istante prima che i due farabutti le suonassero il campanello. Purtroppo, nella borsa, c’erano circa 1.200 euro in contanti, la pensione più la somma che serviva per pagare l’affitto. Sull’ennesimo episodio di truffa stanno ora indagando i carabinieri.

Ennesima tuffa ai danni di una persona anziana da parte dei finti tecnici dell’acquedotto che entrano nelle abitazioni con la scusa di dover leggere i numeri del contatore o per visionare la presenza di possibili perdite o perché l’acqua, a loro dire, è contaminata. Stavolta a finire nella trappola è stata una pensionata di 84 anni di Zumaglia. E’ possibile che i truffatori l’abbiano seguita sino a casa dopo averla vista prelevare dei soldi in banca. Erano le 11 e 30 di ieri mattina quando i due finti tecnici dell’acquedotto sono riusciti a farsi aprire la porta dalla pensionata. Hanno quindi distratto per un fatale istante la padrona di casa e in quel lasso di tempo sono riusciti a impadronirsi della borsa che la signora aveva appoggiato sul tavolo della cucina non appena era entrata in casa, un istante prima che i due farabutti le suonassero il campanello. Purtroppo, nella borsa, c’erano circa 1.200 euro in contanti, la pensione più la somma che serviva per pagare l’affitto. Sull’ennesimo episodio di truffa stanno ora indagando i carabinieri.

Seguici sui nostri canali