ORDINANZA

Coronavirus, il sindaco Passuello conferma: “Morta una persona di Pray”

Il primo cittadino comunica alla popolazione l'ordinanza in vigore da subito che impone uso di mascherine per le uscite, chiusura area verde e spesa regolata.

Coronavirus, il sindaco Passuello conferma: “Morta una persona di Pray”
Valli Mosso e Sessera, 21 Marzo 2020 ore 17:00

Il sindaco di Pray Gian Matteo Passuello conferma: deceduta una persona del paese. Ordinanza in vigore da subito su obbligatorietà di indossare mascherine e guanti in pubblico.

La comunicazione

Il sindaco Passuello ha comunicato ai suoi concittadini via social il suo cordoglio:

“Purtroppo le notizie che, già questa mattina, hanno iniziato a circolare sui social sono confermate: una persona del Comune di Pray è deceduta. Sono stato in Comune e la notizia mi è stata confermata. Questo ci dispiace molto. Vogliamo esprimere tutta la vicinanza alla famiglia per questa disgrazia”.

L’ordinanza

Il sindaco ha poi fatto sapere che è in vigore da subito una ordinanza da lui firmata, con il forte input dei medici della valle: coprirsi bocca e naso con mascherine se si entra in contatto con persone, o se non si dispone di mascherine con sciarpe e foulard, “tradotto noi non dobbiamo inquinare l’ambiente che ci circonda, dobbiamo avere una protezione obbligatoriamente nel momento in cui parliamo pubblicamente con altre persone”.

Non solo, si fa obbligo a tutte le attività commerciali, non solo alimentari “anche tabacchini e benzinai”, di indossare  mascherina e guanti in lattice o similari.

Altra novità, già annunciata: chiusa l’area verde, “avendo recepito la disposizione del Ministero della Salute”, spostamenti limitati e non più ammesse le passeggiate, se non brevi piccoli giri vicino a casa o con il cane per i suoi bisogni. Il sindaco raccomanda ancora: usare una protezione e mantenere la distanza di un metro e mezzo.

Restrizione poi circa la fruizione del servizio del negozio di generi alimentari, per questo è stato istituito un percorso obbligato con i titolari, “non è più possibile stare fuori allo stato non organizzato”.

E sulla spesa Passuello invita:

“Una preghiera: vedo molti cittadini fare la spesa in mondo non organizzato, non è possibile andare tutti i giorni al negozio di paese o al centro commerciale, al massimo una o due volte alla settimana“.

“Restate in casa, diversamente rischiate molto, i controlli ci sono anche sul territorio nostro. Dobbiamo essere tutti assieme responsabili e assumere un atteggiamento che è quasi di stato di guerra. Non fate le corse oggi per la spesa perché i negozi saranno aperti anche domani mattina. Restate a casa, mi raccomando”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità