Menu
Cerca

Coltivare marijuana in casa non è più reato. La sentenza della Cassazione

Sentenza della Cassazione "legalizza" la produzione casalinga di marijuana. L'esultanza del senatore Cinquestelle

Coltivare marijuana in casa non è più reato. La sentenza della Cassazione
Cronaca Biella Città, 26 Dicembre 2019 ore 20:27

Coltivare cannabis in casa, in minime quantità, con sistemi rudimentali e per uso personale, non è più reato. Lo ha deciso la Corte di  Cassazione, a sezioni unite. Chiunque da oggi in poi potrà produrre marijuana per uso personale tra le mura di casa o in giardino.  “Ancora una volta – afferma sull’Agenzia Ansa il senatore M5S Matteo Mantero – la giurisprudenza fa le veci di un legislatore vigliacco. La Cassazione ha aperto la strada, ora tocca a noi. Fino a questa storica sentenza comprare cannabis dallo spacciatore, alimentando la criminalità e mettendo a rischio la propria salute con prodotti dubbi, non costituiva reato penale mentre coltivare alcune piante sul proprio balcone per uso personale poteva costare il carcere”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli