AGRICOLTURA

Coldiretti Vercelli – Biella, danni a colture, strutture e magazzini

I produttori locali stanno monitorando i danni provocati dalle esondazioni e dalle forti piogge.

Coldiretti Vercelli – Biella, danni a colture, strutture e magazzini
Biella Città, 03 Ottobre 2020 ore 17:30

Ancora danni, molto gravi, e tanta paura per via del maltempo nelle province di Vercelli e di Biella.

La situazione da Coldiretti

“Sono notizie terribili che ci lasciano senza parole, ci uniamo tutti alla preoccupazione e al lutto di queste zone – dicono da Coldiretti Vercelli-Biella – Dal punto di vista delle aziende agricole e delle colture stiamo monitorando la situazione, arrivano segnalazioni di danni da ogni parte: l’abitato Borgo Vercelli è sott’acqua, così come sono inondati dalle acque del Sesia i campi e le cascine di Prarolo, Pezzana e anche Oldenico e Albano Vercellese.

Si registrano danni alle colture ancora in campo, compreso il riso, che non era ancora stato del tutto raccolto, e anche alle strutture e ai magazzini dove sono stoccati i prodotti, perché alcune aziende sono completamente allagate. L’acqua si sta avvicinando ai centri abitati ed ha continuato a crescere per tutta la mattina, con tutti i torrenti che hanno superato i livelli di guardia. I nostri soci ci hanno detto che non vedevano una situazione del genere dall’alluvione del 1968. Anche in provincia di Biella la situazione è preoccupante: è esondato il torrente Cervo e ha ricoperto con sassi e detriti i campi, e per diverse ore è mancata l’elettricità.

Nella Baraggia biellese, dove era rimasto ancora del riso da raccogliere, i campi sono allagati, e si sta bagnando il riso allettato dalla grandine arrivata la scorsa settimana. Anche in Valsesia si registrano allagamenti, smottamenti, interruzioni di strade e pascoli allagati. Per una stima di danni è ancora presto, ma certamente questa estate si chiuderà con mancati raccolti, danni alle strutture ai mezzi e prodotti stoccati in pericolo.

Ogni volta ci troviamo di fronte a quelle che sono le conseguenze  dei cambiamenti climatici  con il risultato di queste forti piogge che fanno straripare torrenti e fiumi puntano l’attenzione sulla questione che ripetiamo da anni: vanno create le condizioni per cui sia consentito eseguire  manutenzione del territorio e degli alvei dei corsi d’acqua per evitare che i detriti impediscano all’acqua di defluire”, conclude Paolo Dellarole, presidente di Coldiretti Vercelli – Biella.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno