SCUOLA

Cirio replica ad Azzolina: “La nostra? Tutela, non provocazione”

Il governatore del Piemonte difende l'ordinanza sulla misurazione della temperatura a scuola: "Ci sono i negazionisti".

Cirio replica ad Azzolina: “La nostra? Tutela, non provocazione”
12 Settembre 2020 ore 07:00

La Ministra Lucia Azzolina a Biella per una visita istituzionale al Comprensivo Biella Due ha duramente criticato l’ordinanza sulla misurazione della temperatura nelle scuole della Regione Piemonte. Arrivando anche a ipotizzare l’eventualità che il governo possa impugnare il provvedimento.

La replica

Il governatore del Piemonte Alberto Cirio ha così replicato ad Azzolina:

“Che siano le famiglie a misurare la temperatura dei bambini prima di andare a scuola, per noi, non è una misura sufficiente. Abbiamo raccomandato alle scuole di misurarla loro, se possono: non si tratta di una provocazione, ma solo di una forma di tutela. Lo Stato ha ordinato a tutti i datori di lavoro di fare controlli ai propri dipendenti, perché non farlo con le scuole?. In Italia ci sono famiglie negazioniste, che hanno già detto che non misureranno la temperatura dei figli, visto che ritengono che il Covid non esiste. Basta un solo bambino malato a scuola per creare un danno enorme”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità