NOTTE FOLLE AL FAST FOOD

Cinquantenne perde la testa al McDonald di Biella, prende a schiaffi un minore e picchia poliziotto e carabinieri

Con una catena si è scagliato contro le forze dell'ordine. Tutto partito da un litigio con un quindicenne all'interno del locale

Cinquantenne perde la testa al McDonald di Biella, prende a schiaffi un minore e picchia poliziotto e carabinieri
Cronaca Biella Città, 03 Agosto 2021 ore 18:14

Un uomo di 49 anni, del quale non sono stati rivelate le generalità è stato arrestato nella notte tra l'1 e il 2 agosto in seguito a un'aggressione che ha prima coinvolto un 15enne avventore del locale McDonald di Biella e successivamente un agente della Polizia stradale fuori dal servizio e intervenuto in soccorso del ragazzo, e i carabinieri chiamati sul posto dai gestori del locale.

L'uomo, in evidente stato di ubriachezza al momento dell'aggressione, si trova ora agli arresti domiciliari presso la propria abitazione. Denunciata per favoreggiamento anche la donna che si trovava con lui.

Non sono note le ragioni del litigio da cui è scaturita la violenta reazione del 49enne. Da quanto si è appreso l'uomo ha prima dato uno schiaffo al ragazzino e successivamente ha rifilato un pugno a un agente della stradale di Novara che si trovava nel locale fuori servizio. Inutili i tentativi di calmare l'aggressore che a un certo punto ha estratto una catena e ha iniziato a farla volteggiare, tentando nuovamente di picchiare il ragazzo. Nel frattempo è intervenuta una pattuglia dei carabinieri, ma il 49enne era incontrollabile, tanto da trascinare a terra uno dei due carabinieri. Alla fine i militari sono riusciti a immobilizzarlo, a trarlo in arresto e a sequestrare la catena che nel frattempo l'uomo aveva passato alla compagna perché la nascondesse. Il fermo è stato successivamente convalidato dal gip che ha disposto la custodia cautelare agli arresti domiciliari