truffa

Cavaglià, segnalati finti operai del Comune "porta a porta"

A far sapere di persone sospette è il sindaco, che raccomanda: "Non aprite". Episodio analogo a Cigliano.

Cavaglià, segnalati finti operai del Comune "porta a porta"
Cronaca Basso Biellese, 27 Marzo 2021 ore 08:30

A comunicare di persone sospette che si fingono operai del Comune e bussano di porta in porta è il sindaco in persona, che raccomanda: "Non aprite".

L'avviso

L'avviso del sindaco di Cavaglià Mosè Brizi recita:

"Nessun operaio del Comune è stato incaricato di visite porta a porta. Non aprite a nessuno e nel dubbio chiamate le forze dell'ordine".

Un altro caso in zona

Come riporta "Prima Chivasso", episodi simili stanno avvenendo in questi giorni anche in zone vicine. Un falso operaio che chiedeva soldi porta a porta, nella veste di operaio del Comune, è stato segnalato a Cigliano. Anche in quel caso è intervenuto lanciando l'allarme il sindaco.

Il primo cittadino Diego Marchetti avvertiva:

"Nessun operaio è stato incaricato dal Comune per visite porta a porta. Vi invitiamo a non aprire a chi si dichiara “incaricato dal Comune” e di avvisare immediatamente le forze dell’ordine".