TRAGICO INCIDENTE

Calciatori morti sulla A26, il sindaco di Borgosesia interpella il Ministro De Micheli

Paolo Tiramani chiede in un'interrogazione: "Si faccia qualcosa per tutelare gli automobilisti".

Calciatori morti sulla A26, il sindaco di Borgosesia interpella il Ministro De Micheli
Biella Città, 03 Ottobre 2020 ore 08:00

Profondamente commosso dalla scomparsa del calciatore gattinarese Matteo Ravetto (nella foto), molto conosciuto anche nel Biellese, il sindaco di Borgosesia, Paolo Tiramani, si è attivato inviando una interrogazione scritta al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, per sapere come intenda aumentare la sicurezza della A26, l’Autostrada dei Trafori, “dove è accaduto l’incidente che alle 3.30 della notte tra il 30 settembre ed il 1° ottobre ha stroncato la vita di Matteo e di un altro calciatore che viaggiava con lui”.

Il ricordo del sindaco

«Avevo incontrato Matteo sabato pomeriggio a Borgosesia – ricorda Paolo Tiramani – dopo molto tempo che non lo vedevo: era veramente un bravo ragazzo, un amico ed un campione che aveva vestito anche la maglia del Borgosesia Calcio. Ci siamo salutati velocemente, e ora ripenso al suo inconfondibile sorriso aperto e a quella cordialità che lo distingueva. Incredibile e beffardo il destino…. Da parte mia – aggiunge il deputato – per il ruolo di cui il territorio mi ha investito, nel suo ricordo mi impegno affinché questa tragedia non passi inosservata e gli automobilisti che percorrono la A26, così come altri tratti stradali, siano tutelati. È per questo che ho immediatamente scritto l’interrogazione al Ministro: è indispensabile intervenire».

L’interrogazione

L’interrogazione, rivolta al Ministro Paola De Micheli, parte dalla premessa che l’incidente avvenuto nel territorio di Carpignano Sesia, secondo la ricostruzione degli Agenti della Polstrada di Romagnano Sesia, è da attribuire all’urto dell’autovettura contro dei cinghiali presenti in carreggiata:

“Non è il primo episodio di animali selvatici presenti sull’Autostrada dei Trafori (A26) ed in particolare nel tratto citato che mettono a repentaglio l’incolumità degli automobilisti, cagionandone addirittura la morte, come nel caso esposto in premessa».

Paolo Tiramani conclude chiedendo al Ministro “se e quali azioni di propria competenza intenda attivare, di concerto con la società concessionaria e con tutti gli attori istituzionali interessati, per aumentare la sicurezza dell’Autostrada dei Trafori”.

“Purtroppo, in Italia troppo spesso si attendono le tragedie prima di intervenire – conclude Tiramani – da tempo le nostre strade sono rese insicure dall’attraversamento degli animali selvatici, sempre più numerosi. Se questo fenomeno è difficilmente controllabile sulle strade ordinarie, diversa è la situazione in autostrada: sono strade a scorrimento veloce dove gli automobilisti pagano un pedaggio, è doveroso fare tutto il necessario per metterli in condizione di massima sicurezza. Auspico che la mia interrogazione abbia risposte e conseguenze positive in tempi brevi”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno