Caccia alla gang dell’Audi scura

Caccia alla gang dell’Audi scura
Cronaca 08 Novembre 2016 ore 12:14

E’ caccia ai ladri («Erano in tre», ha dichiarato senza esitazione una testimone) dell’Audi scura station wagon che in poche ore hanno messo a ferro e fuoco Vigliano e  che sono stati visti allontanarsi in almeno due occasioni da abitazioni dove si è in seguito scoperto che erano stati commessi (o quantomeno erano stati tentati) dei furti. I carabinieri sono intervenuti in forze, compresi quelli del Nucleo investigativo e gli esperti del Nucleo scientifico per rilevare eventuali impronte. In un caso, infatti, in un appartamento al primo piano di un condominio di via Rivetti (di proprietà di una donna di 29 anni), per non essere scoperti, i ladri hanno divelto la sirena dell’allarme all’esterno mentre quella all’interno, per evitare che i vicini potessero sentirla, l’hanno avvolta in un accappatoio prima di renderla inservibile.  Dopo hanno messo tutto a soqquadro e se ne sono andati con svariati oggetti in oro. Nello stesso condominio che si affaccia lungo via Rivetti, i ladri hanno svaligiato anche un altro appartamento al secondo piano di proprietà di un uomo di 53 anni. In questo caso hanno rubato un orologio di valore e una catenina d’oro.

Poco prima, sempre a Vigliano, i ladri in Audi («Il conducente indossava un cappellino», ha spiegato ai carabinieri un altro testimone che ha visto i tre scappare) sono entrati in un altro appartamento. Sono però stati disturbati e alla fine sono stati costretti a battere in ritirata a mani vuote. Per riuscire a raggiungere l’auto, hanno scavalcato a tutta velocità, agili come felini, la recinzione della casa accanto a quella che avevano preso di mira.

Sempre in quel lasso di tempo, gli stessi ladri hanno fallito un altro colpo a poca distanza. Hanno anche in questo caso forzato una finestra, ma il vicino di ha sentiti e visti, si è messo a urlare a squarciagola e li ha fatti scappare. Un quarto d’ora dopo (alle 18 e 30), è invece riuscito un furto a casa di un uomo di 65 anni. Anche in questo caso gli sconosciuti sono entrati da una finestra e hanno messo tutto a soqquadro. Fino a ieri sera il proprietario non aveva fatto l’inventario di ciò che è stato rubato. E’ comunque assicurato contro i furti.

Gli stessi ladri (anche in questo caso è stata notata l’Audi Station wagon) hanno svaligiato anche una casa in via Firenze a Valdengo. per entrare hanno stavolta forzato la porta del garage. Hanno quindi rubato tutto l’oro che hanno trovato in casa. Per scappare hanno anche in questo caso scavalcato la recinzione della casa.

Un furto è stato tentato sempre l’altro giorno nello stesso arco di tempo anche a Cerrione. Il padrone di casa - 45 anni - si è accorto che i ladri avevano cercato di forzare la serratura della porta principale in quanto non è riuscito a... inserire la propria chiave e ad entrare. Ha così chiesto l’intervento di un fabbro e dei carabinieri che, anche in questo caso, hanno raccolto delle impronte.

V.Ca.

E’ caccia ai ladri («Erano in tre», ha dichiarato senza esitazione una testimone) dell’Audi scura station wagon che in poche ore hanno messo a ferro e fuoco Vigliano e  che sono stati visti allontanarsi in almeno due occasioni da abitazioni dove si è in seguito scoperto che erano stati commessi (o quantomeno erano stati tentati) dei furti. I carabinieri sono intervenuti in forze, compresi quelli del Nucleo investigativo e gli esperti del Nucleo scientifico per rilevare eventuali impronte. In un caso, infatti, in un appartamento al primo piano di un condominio di via Rivetti (di proprietà di una donna di 29 anni), per non essere scoperti, i ladri hanno divelto la sirena dell’allarme all’esterno mentre quella all’interno, per evitare che i vicini potessero sentirla, l’hanno avvolta in un accappatoio prima di renderla inservibile.  Dopo hanno messo tutto a soqquadro e se ne sono andati con svariati oggetti in oro. Nello stesso condominio che si affaccia lungo via Rivetti, i ladri hanno svaligiato anche un altro appartamento al secondo piano di proprietà di un uomo di 53 anni. In questo caso hanno rubato un orologio di valore e una catenina d’oro.

Poco prima, sempre a Vigliano, i ladri in Audi («Il conducente indossava un cappellino», ha spiegato ai carabinieri un altro testimone che ha visto i tre scappare) sono entrati in un altro appartamento. Sono però stati disturbati e alla fine sono stati costretti a battere in ritirata a mani vuote. Per riuscire a raggiungere l’auto, hanno scavalcato a tutta velocità, agili come felini, la recinzione della casa accanto a quella che avevano preso di mira.

Sempre in quel lasso di tempo, gli stessi ladri hanno fallito un altro colpo a poca distanza. Hanno anche in questo caso forzato una finestra, ma il vicino di ha sentiti e visti, si è messo a urlare a squarciagola e li ha fatti scappare. Un quarto d’ora dopo (alle 18 e 30), è invece riuscito un furto a casa di un uomo di 65 anni. Anche in questo caso gli sconosciuti sono entrati da una finestra e hanno messo tutto a soqquadro. Fino a ieri sera il proprietario non aveva fatto l’inventario di ciò che è stato rubato. E’ comunque assicurato contro i furti.

Gli stessi ladri (anche in questo caso è stata notata l’Audi Station wagon) hanno svaligiato anche una casa in via Firenze a Valdengo. per entrare hanno stavolta forzato la porta del garage. Hanno quindi rubato tutto l’oro che hanno trovato in casa. Per scappare hanno anche in questo caso scavalcato la recinzione della casa.

Un furto è stato tentato sempre l’altro giorno nello stesso arco di tempo anche a Cerrione. Il padrone di casa - 45 anni - si è accorto che i ladri avevano cercato di forzare la serratura della porta principale in quanto non è riuscito a... inserire la propria chiave e ad entrare. Ha così chiesto l’intervento di un fabbro e dei carabinieri che, anche in questo caso, hanno raccolto delle impronte.

V.Ca.