scintille tra partiti

Bufera Asl, Caucino a Chiorino: “Assenteista”. Lei replica: “Quando vieni asfaltato non strepitare”

Lei replica: “Quando vieni asfaltato non strepitare”.

Bufera Asl, Caucino a Chiorino: “Assenteista”. Lei replica: “Quando vieni asfaltato non strepitare”
Biella Città, 03 Settembre 2020 ore 20:43

Bufera Asl, Caucino a Chiorino: “Assenteista”. Lei replica: “Quando vieni asfaltato non strepitare”.

Bufera Asl

Scintille tra gli assessori regionali Elena Chiorino (Fratelli d’Italia) e Chiara Caucino (Lega). La bufera esplosa sulla questione delle nomine dell’Asl di Biella nel tardo pomeriggio di oggi è sfociata in un botta e risposta a suon di comunicati stampa tra i due assessori regionali biellesi. Senza mezzi termini e con il perfetto aplomb che contraddistingue da sempre la sua carriera politica, la Chiorino non le manda a dire e rivolta alla Caucino suggerisce: “Quando vieni asfaltato, non strepitare”.

Caucino, l’attacco: ” Assenteista”

Il primo comunicato, a firma dell’assessore Caucino, è arrivato verso le 17 di oggi:

“Non sono estensore di alcuna proposta che ipotizzi scenari improbabili o mortificanti che vadano a detrimento del Biellese, né di “commissariamenti”- scrive Caucino-. Le valutazioni e le scelte conseguenti vengono assunte sempre in modo concorde e collegiale dall’esecutivo regionale, in questo caso ovviamente su indicazione dell’Assessorato alla Sanità, posto che io rivesto il ruolo di Assessore al Welfare. Qualunque sia la decisione che verrà assunta domani dalla Giunta regionale, tenendo conto delle considerazioni espresse dal territorio, essa sarà massimamente sostenuta e condivisa da parte mia. Circa la dichiarazione inqualificabile resa dall’Assessore Elena Chiorino, secondo la quale io non prenderei in debita considerazione l’opinione dei cittadini biellesi, ricordo che, a differenza sua, venerdì scorso presenziavo regolarmente alla seduta della Giunta regionale nella quale i presenti hanno affrontato il tema delle posizioni commissariali attualmente in essere presso le ASL piemontesi. Mi chiedo in preda a quale delirio ella abbia maturato tale bizzarra convinzione. Non vorrei invece dover ritenere che l’assenteismo sia la cifra stilistica della collega che, a giudicare dalla cronaca giornalistica, risulta spesso in altre faccende affaccendata, come nel caso del tavolo regionale per la scuola del 18 luglio con il Ministro Azzolina (con il Piemonte unica Regione non rappresentata al tavolo).
Ribadisco che ho sempre agito tenendo in massimo conto le istanze locali, poiché la centralità dei territori è un caposaldo della visione politica del partito di cui mi onoro di fare parte.
Io per il Biellese desidero il meglio, mi batto continuamente affinché il territorio a cui appartengo venga trattato sempre da tutti con la considerazione che merita. Sia ben chiaro a tutti coloro che ogni giorno si industriano nel tentativo di gettare discredito sulla mia persona e sul mio impegno”.

La replica: “Sei rimasta con il cerino in mano”

A stretto giro di posta l’assessore Chiorino in un comunicato stampa ribatte senza mezzi termini:

“Non mi interessa chi urla e strepita perché è rimasta con il cerino in mano. La Caucino voleva calare dall’alto un “commissariamento” a Biella. Lei ha forzato la mano. La sottoscritta, l’On. Delmastro, l’On. Pella, il Sindaco Corradino, il Consigliere Regionale Mosca, il territorio tutto hanno difeso ASL BI da scelte che ora vengono puntualmente rimangiate da colei che le le ha proposte”.
Poi ancora rivolta alla Caucino, una sonora steccata: “E’ rimasta con il cerino in mano e ora strepita? Pazienza! Ha vinto il territorio, ha perso lei che fino a ieri sosteneva “sono scelte della Regione…punto e basta!”. Il Presidente Cirio ha chiesto che venisse ascoltato un territorio e così è stato. Se ne faccia una ragione. Il resto sono polemiche isteriche e sterili di chi non ha ancora imparato la regola aurea in politica: quando vieni asfaltato, non strepitare che ottieni il solo effetto di rimarcare la sconfitta. Ha vinto il territorio Biellese. La Caucino si tenga le pive nel sacco”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno