Cronaca

Brucia un’autodemolizione: forse è dolo

Brucia un’autodemolizione: forse è dolo
Cronaca 02 Settembre 2016 ore 05:38

Potrebbe essere di natura dolosa l’incendio che ieri notte ha distrutto il capannone dell’autodemolizione Eredi Mazzilli di via Milano a Vigliano, all’angolo con vicolo Mautera. In attesa dell’esito dell’indagine dei Vigili del fuoco e dei carabinieri, non viene infatti esclusa nessuna ipotesi: il dolo, comunque, resta la più probabile.Le fiamme hanno distrutto l’intera struttura che conteneva anche gli uffici. E’ rimasto incenerito anche il camion - peraltro inutilizzato da parecchio tempo - che serviva per il recupero degli automezzi incidentati oppure per la rimozione delle auto in divieto di sosta. Distrutti anche un compressore e altri macchinari parecchio datati. Nella giornata di ieri hanno effettuato un sopralluogo sia i tecnici dei Vigili del fuoco sia la Polizia municipale di Vigliano.L’incendio è divampato poco prima dell’una di ieri notte. Per impedire che le fiamme potessero propagarsi alle abitazioni vicine, sono intervenute due squadre di Vigili del fuoco che non hanno potuto far altro che contenere il rogo.Il fuoco è stato spento in modo definitivo solo poco dopo le 3. E’ quindi iniziato il lavoro di smassamento delle macerie che sono state bagnate di continuo per impedire che l’incendio potesse riprendere la sua azione. Al temine del lavoro dei Vigili del fuoco, tutta l’area è stata dichiarata inagibile. Il pericolo di crolli appare evidente.V.Ca.

Potrebbe essere di natura dolosa l’incendio che ieri notte ha distrutto il capannone dell’autodemolizione Eredi Mazzilli di via Milano a Vigliano, all’angolo con vicolo Mautera. In attesa dell’esito dell’indagine dei Vigili del fuoco e dei carabinieri, non viene infatti esclusa nessuna ipotesi: il dolo, comunque, resta la più probabile.Le fiamme hanno distrutto l’intera struttura che conteneva anche gli uffici. E’ rimasto incenerito anche il camion - peraltro inutilizzato da parecchio tempo - che serviva per il recupero degli automezzi incidentati oppure per la rimozione delle auto in divieto di sosta. Distrutti anche un compressore e altri macchinari parecchio datati. Nella giornata di ieri hanno effettuato un sopralluogo sia i tecnici dei Vigili del fuoco sia la Polizia municipale di Vigliano.L’incendio è divampato poco prima dell’una di ieri notte. Per impedire che le fiamme potessero propagarsi alle abitazioni vicine, sono intervenute due squadre di Vigili del fuoco che non hanno potuto far altro che contenere il rogo.Il fuoco è stato spento in modo definitivo solo poco dopo le 3. E’ quindi iniziato il lavoro di smassamento delle macerie che sono state bagnate di continuo per impedire che l’incendio potesse riprendere la sua azione. Al temine del lavoro dei Vigili del fuoco, tutta l’area è stata dichiarata inagibile. Il pericolo di crolli appare evidente.V.Ca.