Botte da orbi alle fermate dei bus

Botte da orbi alle fermate dei bus
Cronaca 05 Novembre 2016 ore 12:20

BIELLA - Se le sono date di santa ragione tra le fermate dei bus sotto i portici dell’ex Standa dedicati al barbone assassinato Augusto Festa Bianchet e i vialetti dei giardini Zumaglini, a quell’ora ancora animati da giovani, mamme e bambini. Una drammatica e purtroppo reale gara a chi picchiava più forte, a rincorrersi, a minacciarsi e a insultarsi. Tutto ciò fino all’arrivo della polizia in forze - arrivata per fortuna in un amen - che ha riportato la situazione alla calma.

La furibonda scazzottata che ha coinvolto più di due giovani (pare almeno due migranti di qualche centro d’accoglienza che ultimamente bazzicano di giorno nel parco al centro della città, più un paio di ragazzi di origini marocchine), è scoppiata ieri intorno alle 13 per motivi che ancora non sono stati del tutto chiariti.
V.Ca.

Leggi di più sull'Eco di Biella di sabato 5 novembre 2016

BIELLA - Se le sono date di santa ragione tra le fermate dei bus sotto i portici dell’ex Standa dedicati al barbone assassinato Augusto Festa Bianchet e i vialetti dei giardini Zumaglini, a quell’ora ancora animati da giovani, mamme e bambini. Una drammatica e purtroppo reale gara a chi picchiava più forte, a rincorrersi, a minacciarsi e a insultarsi. Tutto ciò fino all’arrivo della polizia in forze - arrivata per fortuna in un amen - che ha riportato la situazione alla calma.

La furibonda scazzottata che ha coinvolto più di due giovani (pare almeno due migranti di qualche centro d’accoglienza che ultimamente bazzicano di giorno nel parco al centro della città, più un paio di ragazzi di origini marocchine), è scoppiata ieri intorno alle 13 per motivi che ancora non sono stati del tutto chiariti.
V.Ca.

Leggi di più sull'Eco di Biella di sabato 5 novembre 2016