Cronaca

Biblioteca, 120 nuovi tesserati in 2 giorni

Biblioteca, 120 nuovi tesserati in 2 giorni
Cronaca 21 Aprile 2016 ore 16:28

BIELLA - Lo si era capito sin dal giorno dell’inaugurazione: la nuova biblioteca di piazza Curiel piace, eccome, ai biellesi. E i dati dei primi giorni di attività sono la conferma, quasi sorprendente, di questo successo. Tra lunedì e martedì, primi due momenti di apertura ufficiale, si sono infatti registrati ben 120 nuovi tesseramenti, che si vanno ad aggiungere ai già numerosi frequentatori dell’ex struttura di via Pietro Micca. 
Spinti dalla curiosità, ma, soprattutto, dalla vivibilità dei rinnovati locali, gli avventori hanno iniziato a vivere i nuovi spazi sin dalle prime ore di lunedì, per poi continuare a farlo anche i giorni successivi. Gli orari sono più elastici: la nuova biblioteca è infatti aperta dalle 8,15 alle 18,30 nei giorni feriali e dalle 10 alle 16 il sabato. Novità anche per quanto riguarda la  Sala Biella che sarà accessibile negli stessi orari di apertura del servizio ma previo appuntamento con i responsabili. E c’è già qualcuno che chiede di prendere in considerazione delle aperture domenicali, magari legate ad iniziative culturali per far conoscere il più possibile la biblioteca. 
La biblioteca di Biella è finita anche in radio, su Rtl 102,5 nella trasmissione condotta da Maurizio Costanzo. Che ha contattato il sindaco Marco Cavicchioli in merito ad una eventuale intitolazione del nuovo stabile ad Alda Merini, su suggerimento di un ascoltatore. Il sindaco non ha chiuso la porta alla proposta, chiarendo, però, che quest’operazione deve essere il più condivisa possibile con gli utenti della biblioteca. Una risposta che non è piaciuta a Maurizio Costanzo, che ha attaccato l’amministrazione di Biella con parole anche pesanti. Ora si attende una contromossa da Palazzo Oropa per chiarire meglio la propria posizione. 
Enzo Panelli 

BIELLA - Lo si era capito sin dal giorno dell’inaugurazione: la nuova biblioteca di piazza Curiel piace, eccome, ai biellesi. E i dati dei primi giorni di attività sono la conferma, quasi sorprendente, di questo successo. Tra lunedì e martedì, primi due momenti di apertura ufficiale, si sono infatti registrati ben 120 nuovi tesseramenti, che si vanno ad aggiungere ai già numerosi frequentatori dell’ex struttura di via Pietro Micca. 
Spinti dalla curiosità, ma, soprattutto, dalla vivibilità dei rinnovati locali, gli avventori hanno iniziato a vivere i nuovi spazi sin dalle prime ore di lunedì, per poi continuare a farlo anche i giorni successivi. Gli orari sono più elastici: la nuova biblioteca è infatti aperta dalle 8,15 alle 18,30 nei giorni feriali e dalle 10 alle 16 il sabato. Novità anche per quanto riguarda la  Sala Biella che sarà accessibile negli stessi orari di apertura del servizio ma previo appuntamento con i responsabili. E c’è già qualcuno che chiede di prendere in considerazione delle aperture domenicali, magari legate ad iniziative culturali per far conoscere il più possibile la biblioteca. 
La biblioteca di Biella è finita anche in radio, su Rtl 102,5 nella trasmissione condotta da Maurizio Costanzo. Che ha contattato il sindaco Marco Cavicchioli in merito ad una eventuale intitolazione del nuovo stabile ad Alda Merini, su suggerimento di un ascoltatore. Il sindaco non ha chiuso la porta alla proposta, chiarendo, però, che quest’operazione deve essere il più condivisa possibile con gli utenti della biblioteca. Una risposta che non è piaciuta a Maurizio Costanzo, che ha attaccato l’amministrazione di Biella con parole anche pesanti. Ora si attende una contromossa da Palazzo Oropa per chiarire meglio la propria posizione. 
Enzo Panelli 

Seguici sui nostri canali