Cronaca

Berlusconi come "Gemisto"?

Berlusconi come "Gemisto"?
Cronaca 20 Agosto 2013 ore 18:01

Berlusconi partigiano? È stato Lucio Malan, senatore del Pdl, ad ipotizzare (involontariamente) il controverso accostamento. Il tema è quello che domina la scena politica da giorni: Giorgio Napolitano concederà un salvacondotto a Berlusconi per scongiurarne la decadenza da senatore e la privazione della libertà? Malan ha detto: «Sulla grazia ci sono precedenti, come quello del deputato biellese comunista Francesco Moranino (nella foto), che ebbe la grazia. Fu un atto politico a tutti gli effetti, e il reato era molto più grave dell’evasione fiscale».

Un accostamento complesso. Per il partigiano biellese, detto “Gemisto, di cui recentemente è uscita una nuova biografia per “DeriveApprodi”, il 27 gennaio del 1955 la Camera dei deputati votò l’autorizzazione a procedere e la magistratura lo condannò all’ergastolo per sette omicidi di partigiani non comunisti, passati per le armi con l’accusa di essere delle spie. «Una montatura giudiziaria» sostiene da sempre l’Anpi. Al di là delle controversie storiche, Giovanni Gronchi gli commutò la pena a 10 anni e poi Giuseppe Saragat lo graziò.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter