Sul Cervo a Chiavazza

“Basta, mi uccido” e minaccia di gettarsi dal ponte: salvato dai poliziotti

L'uomo, disperato per l'attuale situazione, è stato poi portato in ospedale.

“Basta, mi uccido” e minaccia di gettarsi dal ponte: salvato dai poliziotti
Biella Città, 21 Aprile 2020 ore 12:13

“Basta, mi uccido” e minaccia di gettarsi dal ponte: salvato dai poliziotti.

La minaccia

Disperato per la situazione che si sta vivendo in queste settimane di emergenza per il Covid-19, per il lavoro che per molti richia di saltare nonché per le difficili situazioni in famiglia che la covivenza forzata sta creando, un uomo ha minacciato di gettarsi nel vuoto, l’altro pomeriggio intorno alle 17 e 30, dal ponte di Chiavazza sul torrente Cervo, a Biella.

I poliziotti intervengono

Per fortuna stavano passando nei paraggi i poliziotti della Squadra volanti con una pattuglia impegnata nell’ambito dei servizi di ogni giorno di controllo del territorio. L’equipaggio non ha perso tempo: mentre uno degli operatori chiedeva l’intervento di un’ambulanza del “118”, l’altro, con estrema professionalità, ha iniziato a tranquillizzare l’uomo che si trovava in stato confusionale e di forte agitazione.

“Mi uccido”

“Basta, la voglio fare finita”, ha confidato il cittadino al poliziotto che ben presto ha avuto l’appoggio anche del collega. La preparazione degli equipaggi della Squadra volanti è indubbia nonostante la giovane età di quasi tutti i componenti a cui sono stati affiancati esperti sovrintendenti o ispettori che sono stati in grado di trasmettere la loro professionalità.

Tratto in salvo

Ed è proprio grazie a questa preparazione, che l’uomo ad un certo punto è stato convinto ad allontanarsi giusto una spanna dal parapetto consentendo a uno degli agenti di afferrarlo forte e di convincerlo ad abbandonare qualsiasi intento suicida. Nel frattempo è arrivata l’ambulanza. L’uomo – che era scoppiato a piangere e aveva cominciato a raccontare agli agenti le difficoltà che in questo periodo si è trovato ad affrontare – è stato così accompagnato in ospedale e affidato alle cure del personale medico del reparto di psichiatria.

V.Ca.

ECO DI BIELLA EDIZIONE DIGITALE la tua copia a 0,99 euro

LE ALTRE NOTIZIE NELLA HOME

SU FACEBOOK ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO prima BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ecodibiella

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità