Cronaca

Azzannata da due cani a Brusnengo

Azzannata da due cani a Brusnengo
Cronaca 07 Dicembre 2017 ore 13:41

Una donna di 48 anni di Brusnengo è stata aggredita e ferita da due cani di grossa taglia mentre cercava di proteggere il suo cagnolino dai micidiali morsi dei due animali. La donna ha riportato l'amputazione parziale dell'anulare destro e una brutta ferita al naso. La prognosi è di un mese. Disperate sono invece le condizioni del cagnolino, un meticcio di piccola taglia, subito portato da un veterinario dalla figlia della donna aggredita: è stato dilaniato dai potenti morsi degli altri due cani, un pitbull e uno staffordshire bull terrier, entrambi noti per la potenza delle loro mandibole. Per il momento i due animali sono stati lasciati in affidamento alla proprietaria, una donna di 36 anni, anche lei di Brusnengo, in attesa delle decisione del veterinario dell'Asl che oggi effettuerà un sopralluogo insieme ai carabinieri di Masserano, competenti per territorio. L'aggressione è avvenuta ieri intorno alle 18 e 40 in una strada di Brusnengo. I due cani di grossa taglia si trovavano all'interno di una recinzione e sono letteralmente impazziti non appena hanno visto passare nel marciapiede davanti il cagnolino accompagnato dalla sua padrona. Trascinati da una furia senza senso, hanno addirittura scavato un tunnel sotto la recinzione, sono riusciti a passare dalla piccola apertura e hanno aggredito il cagnolino procurandogli profonde ferite. La sua padrona si è subito chinata per prendere in braccio il piccolo meticcio e proteggerlo. E' stata così azzannata al volto. Con la stessa furia, uno dei due cani, pur di riuscire a mordere il cagnolino, ha azzannato e amputato in modo parziale l'anulare della mano destra della sua padrona che è poi stata soccorsa e portata in ospedale.
V.Ca.

Una donna di 48 anni di Brusnengo è stata aggredita e ferita da due cani di grossa taglia mentre cercava di proteggere il suo cagnolino dai micidiali morsi dei due animali. La donna ha riportato l'amputazione parziale dell'anulare destro e una brutta ferita al naso. La prognosi è di un mese. Disperate sono invece le condizioni del cagnolino, un meticcio di piccola taglia, subito portato da un veterinario dalla figlia della donna aggredita: è stato dilaniato dai potenti morsi degli altri due cani, un pitbull e uno staffordshire bull terrier, entrambi noti per la potenza delle loro mandibole. Per il momento i due animali sono stati lasciati in affidamento alla proprietaria, una donna di 36 anni, anche lei di Brusnengo, in attesa delle decisione del veterinario dell'Asl che oggi effettuerà un sopralluogo insieme ai carabinieri di Masserano, competenti per territorio. L'aggressione è avvenuta ieri intorno alle 18 e 40 in una strada di Brusnengo. I due cani di grossa taglia si trovavano all'interno di una recinzione e sono letteralmente impazziti non appena hanno visto passare nel marciapiede davanti il cagnolino accompagnato dalla sua padrona. Trascinati da una furia senza senso, hanno addirittura scavato un tunnel sotto la recinzione, sono riusciti a passare dalla piccola apertura e hanno aggredito il cagnolino procurandogli profonde ferite. La sua padrona si è subito chinata per prendere in braccio il piccolo meticcio e proteggerlo. E' stata così azzannata al volto. Con la stessa furia, uno dei due cani, pur di riuscire a mordere il cagnolino, ha azzannato e amputato in modo parziale l'anulare della mano destra della sua padrona che è poi stata soccorsa e portata in ospedale.
V.Ca.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter