Cronaca

Arriva con l'auto rubata per rubare... su un'auto

Arriva con l'auto rubata per rubare... su un'auto
Cronaca 26 Aprile 2016 ore 15:01

Da un tentativo di furto su un’auto, ne è stato scoperto un altro, stavolta dell’intera vettura che, alla fine, è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. Tutto è cominciato ieri pomeriggio alle 17 e 30 a Viverone dove un uomo ha chiesto l’intervento dei carabinieri in quanto c’era uno sconosciuto che stava frugando nell’abitacolo della sua auto che si trovava in un parcheggio lungo la via Provinciale. Non appena si è accorto di essere osservato, il ladro se l’è data a gambe levate, ha raggiunto una Fiat Bravo parcheggiata a poca distanza ed è partito sgommando. La manovra non è però riuscita un granché bene in quanto la vettura si è fermata su un cornicione dello stesso posteggio rimanendo in bilico. Il ladro ha quindi proseguito la fuga a piedi abbandonando il veicolo che è poi stato messo in sicurezza dai Vigili del fuoco e portato in un deposito giudiziale dell’Aci a Verrone. Da un successivo controllo, i carabinieri hanno scoperto che la targa che il mezzo stava utilizzando era contraffatta e corrispondeva a una Mini Cooper. La Bravo, in realtà, è risultata rubata qualche mese fa ad Azeglio. Grazie al lavoro dei carabinieri di Cavaglià e del Nucleo radiomobile di Biella, si è poi scoperto le generalità del proprietario che è stato alla fine rintracciato e ha potuto riprendersi l’auto dal deposito.

Da un tentativo di furto su un’auto, ne è stato scoperto un altro, stavolta dell’intera vettura che, alla fine, è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. Tutto è cominciato ieri pomeriggio alle 17 e 30 a Viverone dove un uomo ha chiesto l’intervento dei carabinieri in quanto c’era uno sconosciuto che stava frugando nell’abitacolo della sua auto che si trovava in un parcheggio lungo la via Provinciale. Non appena si è accorto di essere osservato, il ladro se l’è data a gambe levate, ha raggiunto una Fiat Bravo parcheggiata a poca distanza ed è partito sgommando. La manovra non è però riuscita un granché bene in quanto la vettura si è fermata su un cornicione dello stesso posteggio rimanendo in bilico. Il ladro ha quindi proseguito la fuga a piedi abbandonando il veicolo che è poi stato messo in sicurezza dai Vigili del fuoco e portato in un deposito giudiziale dell’Aci a Verrone. Da un successivo controllo, i carabinieri hanno scoperto che la targa che il mezzo stava utilizzando era contraffatta e corrispondeva a una Mini Cooper. La Bravo, in realtà, è risultata rubata qualche mese fa ad Azeglio. Grazie al lavoro dei carabinieri di Cavaglià e del Nucleo radiomobile di Biella, si è poi scoperto le generalità del proprietario che è stato alla fine rintracciato e ha potuto riprendersi l’auto dal deposito.

Seguici sui nostri canali