dai carabinieri

Arrestato il re dei furti

Si tratta di un giovane di 26 anni.  Operazione dei carabinieri delle compagnie di Biella e Cossato.

Arrestato il re dei furti
Biella Città, 23 Aprile 2020 ore 13:11

Arrestato albanese clandestino, era il re dei furti. Si tratta di un giovane di 26 anni.  Operazione dei carabinieri delle compagnie di Biella e Cossato.

Arrestato albanese clandestino

Lunedì 20 aprile, alle 21, i Carabinieri del Norm di Cossato, insieme ai colleghi della stazione di Biella, a Biella, hanno arrestato un giovane di 26 anni,  albanese, senza fissa dimora, pluripregiudicato, clandestino sul territorio nazionale, ritenuto responsabile del reato di possesso di documenti di identificazione falsi.

I militanti, nel corso di servizio di prevenzione e vigilanza in ambito emergenza epidemiologica Covid-19, in via Milano a Biella, hanno effettuato il controllo di un’auto tipo Bmw X1 condotta dall’uomo, che ha mostrato una patente, in corso di validità, rilasciata da autorità albanesi, intestata a un uomo albanese, regolare sul territorio, mostrando anche passaporto e carta d’identità con la località di nascita diversa dal documento di guida.

I militari, dubbiosi di tale fatto e delle generalità dell’albanese nonchè dell’autenticità dei documenti mostrati, lo hanno sottoposto a fermo di identificazione e fotosegnalamento. L’esito dell’accertamento ha consentito di appurare l’esatta identità del 26enne, arrestato poi per la falsità dei documenti posseduti, sottoposti a sequestro, unitamente al ritrovamento di telefoni cellulari, cacciaviti ed ingente somma in denaro contante. Il giovane è stato così tradotto nella casa circondariale di Biella e l’arresto è stato successivamente convalidato.

Il giorno dopo, il 21 aprile, nel carcere di via dei Tigli, i Carabinieri dell’Aliquota operativa della compagnia di Cossato, in collaborazione con il personale della Polizia Penitenziaria, hanno notificato allo stesso un nuovo ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica del tribunale di Ivrea.

L’albanese per quest’ultima notificazione dovrà espiare la pena residua di 17 giorni di reclusione per furto in abitazione, ricettazione, reati commessi a Courgnè e a Torino, nell’anno 2015. Sono in corso ulteriori accertamenti da parte dei Carabinieri sulle varie generalità ed nomi alias a carico dello straniero.

 

 

ECO DI BIELLA EDIZIONE DIGITALE la tua copia a 0,99 euro

LE ALTRE NOTIZIE NELLA HOME

SU FACEBOOK ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO prima BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ecodibiella

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità