Cronaca
il caso di giorgia

"Area videosorvegliata? C'è solo il cartello, non le telecamere"

La disavventura di una giovane di Candelo derubata della sua giacca. "Costa 50 euro, te li prestavo io non c'era bisogno di rubare la mia"

"Area videosorvegliata? C'è solo il cartello, non le telecamere"
Cronaca Grande Biella, 14 Dicembre 2022 ore 11:33

Giorgia, una giovane di Candelo, ha raccontato sul suo profilo social una singolare disavventura. Lo scorso 12 dicembre ha portato la sua giacca in una lavanderia a gettoni di Candelo convinta di ritrovarla al suo ritorno, l'indomani, rassicurata da un cartello esposto all'intero: "area video sorvegliata". La mattina dopo la giacca non c'era. Così ha chiamato i responsabili per visionare i filmati della sera prima, ricevendo la disarmante risposta: "C'è solo il cartello, non le telecamere". Quindi addio giacca.

Il post di Giorgia

  • Ieri 12/12 sono stata alla lavanderia (...)  
    Ho lasciato una giacca in asciugatrice sentendomi tranquilla dato che dritto davanti a te appena entri trovi un cartello con tanto di scritta “area video sorvegliata”, pensando di tornare a ritirarla questa mattina. Ovvio ma non troppo, questa mattina la mia giacca in lavanderia non c’era.
    Chiamo per avere informazioni sui video di sorveglianza di ieri sera e mi viene detto che la lavanderia è dotata di cartello e non di telecamere.
    Adesso io dico se qualcuno per sbaglio ha portato a casa la giacca in questione (pelliccia reversibile di Zara ) per favore fatemelo sapere.
    Nel caso fosse stato fatto di proposito, e chi se l’è portata a casa sta leggendo questo, 50€ per comprarti una giacca te li prestavo io ma non c’era bisogno di rubare la mia.
Seguici sui nostri canali