Cronaca

Allarme furti

Allarme furti
Cronaca 05 Giugno 2015 ore 16:20

L’allarme furti comincia a tenere sul chi vive le persone che restano con occhi e orecchie bene aperti. E’ il caso di una signora che abita in frazione Sant’Agostino a Camandona secondo la quale da tempo si aggirerebbe da quelle parti - un manipolo di case, tre abitate e le altre o disabitate o utilizzate come seconda casa - un tipo sospetto, sulla quarantina, con capelli lunghi e codino. «Un giorno ho provato a chiedere a quell’uomo se cercasse qualcuno. Lui, invece di rispondere, ha allungato il passo e si è allontanato». Si sospetta che lo sconosciuto abbia occupato una delle case disabitate. I carabinieri hanno controllato, ma non hanno trovato segni di scasso in nessuna delle porte. I ladri sono invece entrati dopo aver forzato una finestra al pianterreno, nell’ufficio di un commercialista in via Rosselli 60 a Biella. Gli uffici sono stati messi a soqquadro, ma non è stato ancora chiarito se i ladri abbiano o meno rubato qualcosa o sono stati costretti ad andarsene a mani vuote.

V.Ca.

L’allarme furti comincia a tenere sul chi vive le persone che restano con occhi e orecchie bene aperti. E’ il caso di una signora che abita in frazione Sant’Agostino a Camandona secondo la quale da tempo si aggirerebbe da quelle parti - un manipolo di case, tre abitate e le altre o disabitate o utilizzate come seconda casa - un tipo sospetto, sulla quarantina, con capelli lunghi e codino. «Un giorno ho provato a chiedere a quell’uomo se cercasse qualcuno. Lui, invece di rispondere, ha allungato il passo e si è allontanato». Si sospetta che lo sconosciuto abbia occupato una delle case disabitate. I carabinieri hanno controllato, ma non hanno trovato segni di scasso in nessuna delle porte. I ladri sono invece entrati dopo aver forzato una finestra al pianterreno, nell’ufficio di un commercialista in via Rosselli 60 a Biella. Gli uffici sono stati messi a soqquadro, ma non è stato ancora chiarito se i ladri abbiano o meno rubato qualcosa o sono stati costretti ad andarsene a mani vuote.

V.Ca.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter