Cronaca

Alcol ai minori: bar chiuso un mese

Alcol ai minori: bar chiuso un mese
Cronaca 07 Giugno 2016 ore 20:03

La Polizia di Stato di Biella sta effettuando numerosi controlli volti a verificare la regolarità dello svolgimento delle attività commerciali soggette a specifica autorizzazione di polizia e a quelle che risultano frequentate dal pubblico.
Nel corso di questa attività, nel maggio scorso, la Squadra Volante ha colto il gestore di un del capoluogo, in via Italia, che somministrava dei cocktail, a base di superalcolici, a un gruppo di quattro minorenni; le bevande sono state somministrate alle ragazze senza alcuna verifica dell’età delle stesse.
E’ subito scattata la denuncia all’A:G: per la violazione del divieto di somministrazione di bevande alcoliche ai minori, reato già contestato allo stesso esercizio per ben altre tre volte in passato dalla Polizia di Stato.
L’accaduto è stato segnalato al Comune di Biella il cui settore sicurezza a attività economiche ha approntato un’ordinanza, notificata pochi giorni orsono, con la quale è stata disposta la chiusura dell’esercizio per trenta giorni, in considerazione della recidiva nella violazione.
Infatti lo stesso bar, nelle precedenti occasioni e sempre su segnalazione della Questura di Biella, era stato oggetto di analoghi provvedimenti del Municipio biellese nel 2013 e nel 2014, allorquando l’attività era stata sospesa rispettivamente per 7 e 15 giorni.
L’intervento compiuto è volto a contrastare energicamente la vendita di superalcolici ai minori, sia per tutelarne l’incolumità e la salute, sia per scoraggiare l’abuso di sostanze che possano innescare, nei luoghi pubblici, eccessi o episodi di intolleranza.

TUTTI I PARTICOLARI SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA GIOVEDì MATTINA

La Polizia di Stato di Biella sta effettuando numerosi controlli volti a verificare la regolarità dello svolgimento delle attività commerciali soggette a specifica autorizzazione di polizia e a quelle che risultano frequentate dal pubblico.
Nel corso di questa attività, nel maggio scorso, la Squadra Volante ha colto il gestore di un del capoluogo, in via Italia, che somministrava dei cocktail, a base di superalcolici, a un gruppo di quattro minorenni; le bevande sono state somministrate alle ragazze senza alcuna verifica dell’età delle stesse.
E’ subito scattata la denuncia all’A:G: per la violazione del divieto di somministrazione di bevande alcoliche ai minori, reato già contestato allo stesso esercizio per ben altre tre volte in passato dalla Polizia di Stato.
L’accaduto è stato segnalato al Comune di Biella il cui settore sicurezza a attività economiche ha approntato un’ordinanza, notificata pochi giorni orsono, con la quale è stata disposta la chiusura dell’esercizio per trenta giorni, in considerazione della recidiva nella violazione.
Infatti lo stesso bar, nelle precedenti occasioni e sempre su segnalazione della Questura di Biella, era stato oggetto di analoghi provvedimenti del Municipio biellese nel 2013 e nel 2014, allorquando l’attività era stata sospesa rispettivamente per 7 e 15 giorni.
L’intervento compiuto è volto a contrastare energicamente la vendita di superalcolici ai minori, sia per tutelarne l’incolumità e la salute, sia per scoraggiare l’abuso di sostanze che possano innescare, nei luoghi pubblici, eccessi o episodi di intolleranza.

TUTTI I PARTICOLARI SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA GIOVEDì MATTINA

Seguici sui nostri canali