Menu
Cerca

Agriturismo di Mosso truffato con i “pacchetti regalo”

Agriturismo di Mosso truffato con i “pacchetti regalo”
Cronaca 11 Marzo 2016 ore 15:27

Un agriturismo biellese è rimasto suo malgrado coinvolto nella truffa dei “pacchetti regalo” che si possono acquistare anche nei supermercati e che permettono attraverso un voucher di soggiornare per una o più notti in una struttura ricettiva aderente al circuito. Si va dalla cena in agriturismo passando dall’agriturismo in famiglia oppure le più belle città europee o gli antichi borghi. Si tratta di cofanetti regalo che negli ultimi anni sono stati venduti a migliaia. C’è pure la possibilità di guidare una Ferrari o di volare a New York. Solo che, nel caso dell’agriturismo di Mosso, le due società che avrebbero dovuto pagare i soggiorni (i clienti acquistano il “pacchetto”, la società che gestisce il business salda i conti nelle strutture che aderiscono) sono nel frattempo fallite, lasciando un conto di quasi 4.000 euro.

La denuncia ai carabinieri è stata presentata e i due responsabili delle società, entrambi residenti a Perugia, sono stati iscritti sul registro degli indagati per insolvenza fraudolenta e truffa. La titolare del rinomato agriturismo biellese ha provato più volte a contattare i due personaggi, ma senza alcun esito. Il sito è all’improvviso sparito, oscurato di proposito, gli indirizzi mail pure, così come il numero di telefono segnalato del call-center è stato disattivato. La ristoratrice biellese potrebbe ora insinuarsi nella procedura di fallimento delle due società (c’è tempo fino ad agosto), ma la prospettiva di ottenere quanto dovuto è ridotta al lumicino.

Valter Caneparo

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 10 marzo 2016

Un agriturismo biellese è rimasto suo malgrado coinvolto nella truffa dei “pacchetti regalo” che si possono acquistare anche nei supermercati e che permettono attraverso un voucher di soggiornare per una o più notti in una struttura ricettiva aderente al circuito. Si va dalla cena in agriturismo passando dall’agriturismo in famiglia oppure le più belle città europee o gli antichi borghi. Si tratta di cofanetti regalo che negli ultimi anni sono stati venduti a migliaia. C’è pure la possibilità di guidare una Ferrari o di volare a New York. Solo che, nel caso dell’agriturismo di Mosso, le due società che avrebbero dovuto pagare i soggiorni (i clienti acquistano il “pacchetto”, la società che gestisce il business salda i conti nelle strutture che aderiscono) sono nel frattempo fallite, lasciando un conto di quasi 4.000 euro.

La denuncia ai carabinieri è stata presentata e i due responsabili delle società, entrambi residenti a Perugia, sono stati iscritti sul registro degli indagati per insolvenza fraudolenta e truffa. La titolare del rinomato agriturismo biellese ha provato più volte a contattare i due personaggi, ma senza alcun esito. Il sito è all’improvviso sparito, oscurato di proposito, gli indirizzi mail pure, così come il numero di telefono segnalato del call-center è stato disattivato. La ristoratrice biellese potrebbe ora insinuarsi nella procedura di fallimento delle due società (c’è tempo fino ad agosto), ma la prospettiva di ottenere quanto dovuto è ridotta al lumicino.

Valter Caneparo

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 10 marzo 2016