In Valdilana

Aggredisce a bastonate i carabinieri: ferito dal maresciallo con un colpo di pistola al piede

Bracciante agricolo arrestato per tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Aggredisce a bastonate i carabinieri: ferito dal maresciallo con un colpo di pistola al piede
Valli Mosso e Sessera, 14 Aprile 2020 ore 15:33

Aggredisce a bastonate i carabinieri: ferito dal maresciallo con un colpo di pistola al piede.

Arrestato

Domenica alle 8 in Valdilana, carabinieri dei comandi di Trivero e di Mosso, hanno arrestato K.D.., cittadino maliano di 37 anni, domiciliato nell’azienda agricola ”Moretto” di Valdilana, località Trivero, frazione Piana 34, bracciante agricolo, regolare sul territorio nazionale, ritenuto responsabile dei reati di tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

L’allarme

Erano le 7 e 30 quando, su richiesta telefonica del titolare dell’impresa agricola, i militari intervenivano in quel luogo dove il bracciante maliano, da poco assunto in qualità di allevatore, in stato di escandescenze e senza apparente motivo, stava danneggiando l’autovettura del titolare e aggredendo i presenti. Il soggetto, alla vista dei militari che cercavano di calmarlo, si scagliava contro il personale operante colpendo ripetutamente al corpo con un bastone di circa 50 centimetri sia il comandante della stazione di Valle Mosso, sia un brigadiere effettivo alla stazione di Trivero, che cadeva a terra.

Colpo di pistola

In loro ausilio interveniva anche altro militare, effettivo stazione di Valle Mosso, che utilizzava verso il malintenzionato il dispositivo spray alla oleoresina capsicum in dotazione, senza tuttavia sortire alcun effetto. In tale frangente, il maresciallo, accortosi che il cittadino maliano si accingeva a sferrare un ulteriore colpo alla testa del brigadiere, inerme a terra, esplodeva un colpo con la pistola d’ordinanza. Il proiettile colpiva lo straniero al piede destro, arrestandone pertanto la furia e l’azione criminosa.

In ospedale

Il bracciante-allevatore, immobilizzato e arrestato, veniva sedato da personale del 118, successivamente intervenuto, che lo trasportava immediatamente al pronto soccorso dell’ospedale di Biella, ove veniva diagnosticata e medicata una leggera ferita d’arma da fuoco al piede destro, giudicata guaribile in pochi. I militari feriti riportavano invece contusioni rispettivamente guaribili in 8 e 10 giorni.

Un altro ferito

Un giovane di 24 anni, residente in Valdilana, conoscente del titolare dell’azienda e presente ai fatti, riportava lievi contusioni per aver provato a fermare il maliano forse prima dell’arrivo dei carabinieri.

Arrestato

Arrestato, dopo cure mediche effettuate al Pronto soccorso, lo straniero è stato tradotto in carcere a Biella come disposto dal sostituto procuratore Sarah cacciaguerra, informata dai carabinieri del Nucleo oprativo di Cossato e dai loro colleghi del Nucleo investigativo di Biella, coordinati dal tenente colonnello Massimo Colazzo, che hanno operando congiuntamente.
Domattina è fissata l’udienza di convalida dell’arresto.

ECO DI BIELLA EDIZIONE DIGITALE la tua copia a 0,99 euro

LE ALTRE NOTIZIE NELLA HOME

SU FACEBOOK ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO prima BIELLA

SU TWITTER SEGUI @ecodibiella

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno