Menu
Cerca

A Cavaglià cannoli e arancini da premio

Sikuli, noto negozio di alimentari a Cavaglià, ha ricevuto il 21 ottobre scorso, il certificato di eccellenza da “Eccellenze italiane”. 

A Cavaglià cannoli e arancini da premio
Basso Biellese, 24 Ottobre 2019 ore 14:01

A Cavaglià cannoli e arancini da premio. Sikuli, noto negozio di alimentari a Cavaglià, ha ricevuto il 21 ottobre scorso, il certificato di eccellenza da “Eccellenze italiane”.

Cavaglià, cannoli e arancini da premio

Sikuli, noto negozio di alimentari a Cavaglià, ha ricevuto il 21 ottobre scorso, il certificato di eccellenza da “Eccellenze italiane”, azienda privata che opera sul web da circa un decennio per aiutare le persone a riconoscere il “Made in Italy” e differenziarlo da tentativi di contraffazione di ogni genere, dando visione alle eccellenze del paese riguardanti diversi settori come tecnologia, fashion, artigianato, ospitalità e molti altri.

Prelibatezze

Il locale si trova in via Mainelli 13 di fronte al palazzo comunale del paese ed è molto frequentato dagli abitanti della zona. Il proprietario del Sikuli, Orazio Saitta, ha 57 anni ed è di origini catanesi, ha una moglie che lo aiuta e anche un figlio e una nipote che vivono a Cavaglià. Ha deciso di aprire questa attività proprio insieme alla moglie, Lorena: «Ho deciso di venire ad aprire il locale qua perché con mia moglie volevamo esportare i sapori siciliani anche al nord, infatti io sono originario di Catania. Facciamo cucina siciliana sia dolce che salata come arancini e cannoli. Abbiamo aperto questo posto un anno fa e le cose stanno andando bene».

La scelta

Un altro aspetto che ha condizionato Orazio nella scelta di venire qui nel Biellese è stato la volontà del figlio che lo ha convinto ad avvicinarsi a lui e alla sua bambina a cui è molto legato : «Mio figlio vive da molto tempo da queste parti e mi ha convinto ad aprire questa attività qui, così posso stare vicino a lui e anche alla mia nipotina».
Il raggiungimento di questo importante traguardo è frutto di tanto duro lavoro ed è motivo di grande soddisfazione e orgoglio per i due coniugi: «La certificazione l’abbiamo ottenuta da “Eccellenze italiane” che ha valutato le mie recensioni. Hanno visto che erano molto buone e quindi hanno deciso di venire a fare un sopralluogo e successivamente è arrivato anche il riconoscimento. E’ chiaramente un risultato che ci rende molto orgogliosi». Orazio però non è intenzionato a fermarsi e dichiara di essersi già prefissato degli altri obiettivi da raggiungere per il futuro: «Mi piacerebbe portare avanti questa attività aprendo degli altri locali come questo, possibilmente un po’ più grandi e sarebbe bellissimo poterlo fare in una grande città».
Mirko Spezzano

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE