Menu
Cerca
il caso

Incidente in auto Corradino, il Comune non si costituirà parte civile

A stabilirlo sono stati gli assessori presenti alla seduta della scorsa settimana, a cui non ha partecipato il sindaco Corradino, il suo vice Giacomo Moscarola e l’assessore ai lavori pubblici Davide Zappalà.

Incidente in auto Corradino, il Comune non si costituirà parte civile
Cronaca Biella Città, 09 Giugno 2021 ore 08:00

La giunta comunale ha deciso che l’ente non si costituirà parte civile nel processo al sindaco Claudio Corradino per cui è stato richiesto il giudizio immediato. A stabilirlo sono stati gli assessori presenti alla seduta della scorsa settimana, a cui non ha partecipato il sindaco Corradino, il suo vice Giacomo Moscarola e l’assessore ai lavori pubblici Davide Zappalà.

Incidente in auto Corradino

«La costituzione di parte civile dell'Ente quale persona offesa nel procedimento penale - si legge nel documento - non è un atto obbligatorio in quanto non è strettamente configurabile alcuna responsabilità dalla mancata costituzione di parte civile del Comune: non solo essa è mera facoltà concessa alla persona offesa e danneggiata dal reato ma, vertendosi in materia di reato in ipotesi commesso da pubblico ufficiale, occorre pure considerare che sussiste l’autonoma giurisdizione contabile. L’eventuale mancata costituzione di parte civile nel processo penale nell’ottica di attendere l’esito, anche in primo grado, della valutazione della magistratura giudicante, non pregiudicherebbe la possibilità per l’Ente di agire in un secondo momento per la tutela dei propri interessi mediante un’azione risarcitoria in sede civile».

I costi

Nella delibera si spiega anche un altro aspetto: la giunta infatti ha ritenuto «non necessaria la costituzione di parte civile del Comune di Biella nel procedimento penale a carico del sindaco Claudio Corradino alla luce delle considerazioni sopra espresse, impregiudicata la possibilità di ottenere la più idonea tutela degli interessi dell’Ente mediante l’eventuale esperimento anche in futuro di ogni azione utile in tal senso, tenuto anche conto dei costi di cui la partecipazione al processo penale graverebbe l’Amministrazione, in relazione al potenziale risarcimento del danno di cui la stessa potrebbe godere». Se ne parlerà eventualmente più avanti.