Attualità
Iniziativa

Trecentodieci ragazzi e ragazze biellesi hanno ottenuto “Un patentino per lo smartphone”

Il progetto di ASLBI e Ufficio Scolastico Territoriale, finalizzato all’educazione alla cittadinanza digitale, ha coinvolto le scuole secondarie degli Istituti Comprensivi di Andorno Micca, Biella II, Mongrando e Vigliano

Trecentodieci ragazzi e ragazze biellesi hanno ottenuto “Un patentino per lo smartphone”
Attualità 08 Dicembre 2021 ore 15:39

Sono 310 i ragazzi che hanno sostenuto e superato l’esame finale relativo al progetto interistituzionale “Un patentino per lo smartphone”, curato a livello locale da ASLBI e Ufficio Scolastico Territoriale con il coinvolgimento di Polizia Postale e Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente. L’iniziativa è stata condotta negli Istituti Comprensivi di Andorno Micca, Biella II, Mongrando e Vigliano, nelle sedi di Andorno Micca, Chiavazza, Mongrando con Graglia e Ronco Biellese, per un totale inoltre di 27 docenti formati.

“Un patentino per lo smartphone”

“Un patentino per lo smartphone” è stato attuato per la prima volta nel 2017 nel Verbano Cusio Ossola, in un’ottica di educazione alla cittadinanza digitale per gli studenti delle scuole del primo ciclo e le loro famiglie; la scuola è stata infatti individuata come luogo principale per la prevenzione del fenomeno del cyberbullismo, attraverso il potenziamento del pensiero critico, il consolidamento dell’alleanza scuola famiglia e l’individuazione, tra i docenti, di figure formate quali punti di riferimento per i ragazzi per un uso consapevole dello smartphone. Il progetto quindi è stato successivamente esteso a livello nazionale e inserito nel catalogo formativo delle Aziende Sanitarie Locali rivolto ai docenti della del territorio; l’ASLBI, per il secondo anno consecutivo, ne ha attuato la procedura.

La consegna

Nel Biellese la consegna dei patentini relativa l’anno scolastico 2020-2021 si sarebbe dovuta svolgere prima del termine delle lezioni con una manifestazione pubblica, ma le regole anti Covid hanno costretto a un ridimensionamento dell’evento. Nei giorni scorsi quindi una delegazione interistituzionale ha formalmente consegnato ai Dirigenti scolastici una busta contenente i documenti da distribuire ai ragazzi che hanno frequentato il primo anno della seconda secondaria di primo grado.

La cerimonia

Erano presenti alla cerimonia il dottor Antonio Martinotti e la dottoressa Milena Vettorello per ASLBI, il Commissario Capo dottoressa Rossana Imbimbo in rappresentanza della Questura di Biella, la dottoressa Francesca Casellato per Arpa Piemonte e i docenti distaccati Laura Zanotti e Agostino Giampietro in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Territoriale.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter