Nuovi fondi

Tarip, dal Comune nuovi aiuti per 628 mila euro

I contributi saranno diretti a chi ha dovuto chiudere per qualche periodo durante la pandemia.

Tarip, dal Comune nuovi aiuti per 628 mila euro
Attualità Biella Città, 24 Giugno 2021 ore 16:19

L'amministrazione comunale di Biella continua a lavorare per poter garantire una felice ripresa economica alla propria città. Dopo i 970 mila euro facenti parte del fondo Covid-19 valevole come bonus-Tarip 2020 a favore delle attività economiche, l’amministrazione Corradino è pronta a stanziare ulteriori 628 mila euro che saranno ripartiti, tra le attività interessate, sulla bollettazione 2021. Le nuove risorse assegnate sono contenute all’interno della delibera inserita all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale sulla definizione della “tariffa corrispettiva per la copertura del servizio”, che non prevede alcuna modifica ai coefficienti, mantenendo sia per la parte fissa della tariffa sia per la parte variabile le stesse applicazioni dell’anno 2020. Come avvenuto per il fondo di 970 mila euro relativo al 2020, anche per l’anno successivo la proposta è quella di procedere alla liquidazione delle risorse direttamente a Seab, che sarà chiamata a ripartire il fondo tra le attività aventi diritto e a rendicontare analiticamente al Comune di Biella le agevolazioni erogate.

Tarip, a chi gli aiuti?

Interessate al bonus sono tutte quelle attività individuate in base ai codici Ateco che, a seguito dei numerosi Dpcm emanati, hanno dovuto fare i conti con un periodo di chiusura durante la pandemia. La disposizione viene inoltre estesa alle attività di agenzie viaggio, bar, ristoranti e alberghi. Il riconteggio e la ripartizione del bonus insisterà sulla parte fissa della tariffa dei rifiuti, con metodo proporzionale tra tutti i beneficiari.

La giunta Corradino unita per la ripresa

Dice l’assessore all’Ambiente Davide Zappalà: “E’ volontà di questa amministrazione proseguire, nelle possibilità offerte dalle normative, ad avviare tutte le azioni dirette possibili a sostegno della ripresa. I coefficienti delle tariffe restano invariati rispetto al 2020 e ci saranno questi ulteriori 628 mila euro a sostegno delle attività economiche, che verranno liquidati a Seab, chiamata ad applicare una riduzione sulla parte fissa dei rifiuti, pari ad una percentuale unica per le utenze non domestiche fino all’esaurimento del fondo previsto dal decreto”.

Obbiettivo: far rialzare il turismo

Aggiunge l’assessore alle Attività Economiche e al Turismo Barbara Greggio: “Come avvenuto durante gli scorsi mesi relativamente al 2020, si prosegue con gli stessi parametri anche per il 2021. Grazie all’ottimo lavoro svolto in collaborazione con il collega Davide Zappalà e con il nostro sindaco continuiamo a fornire un aiuto concreto anche a quelle attività del comparto turistico che sono, sulla carta, sempre rimaste aperte ma che hanno però subito una notevole riduzione nel volume del fatturato”.