Attualità
PROTESTA

Sit-in per l'ambiente in Piazza Duomo: "No a una Terra dei Fuochi nel Biellese"

Oggi alle 10.30 il presidio contro l'inceneritore di Cavaglià e la discarica di amianto al Brianco.

Sit-in per l'ambiente in Piazza Duomo: "No a una Terra dei Fuochi nel Biellese"
Attualità Biella Città, 16 Ottobre 2021 ore 09:00

Piazza Duomo a Biella diventerà teatro della mobilitazione di Europa Verde Biella per dire no all'inceneritore di Cavaglià e alla discarica di amianto del Brianco.

Il sit-in

"In accordo con il Movimento Valledora al lavoro per presentare le osservazioni al progetto dell'inceneritore di Cavaglià la Marcia per l'Ambiente sarà sostituita da un in sit-in in Piazza Duomo a Biella - scrive Alessandro Pizzi di Europa Verde Biella - La Marcia per l'Ambiente lungo le vie del centro con destinazione Palazzo della Provincia sarà rinviata e organizzata in maniera unitaria con le associazioni, istituzioni e comitati di cittadini".

L'appuntamento è fissato per le 10.30 e l'appello è rivolto a cittadini e amministratori locali, forze politiche, sociali e imprenditoriali.

"Con un unico intento: svegliare le nostre coscienze! Proteggiamo i sogni dei nostri figli. Quale Biellese lasceremo alle future generazioni?  Un urlo di rivolta contro chi vuole negare il futuro dei più giovani consegnando una futura 'Terra dei Fuochi' nella pianura biellese.
Un corteo pacifico contro la speculazione, l'interesse di imprenditori spietati e il profitto di pochi contro il bene comune.
Contro un mega inceneritore a Cavaglià da oltre 100 MW per bruciare e trasformare in ceneri velenose e fumi cancerogeni centinaia di tonnellate di Rifiuti Speciali che potrebbero invece essere riciclati per generare nuova materia senza sprechi!
Per opporci a una paurosa collina di amianto adagiata sopra l'area di ricarica delle falde acquifere profonde al Brianco, pronta ad avvelenare le sorgenti dell'elemento minerale più prezioso: l'acqua da bere!.
A sostegno di una vera transizione ecologica ed energetica del Biellese con la tutela e la valorizzazione dell'agricoltura biologica sostenibile, la riduzione dei rifiuti e degli sprechi, il riciclo di materia, lo sviluppo delle energie rinnovabili e il sostegno all'industria smart + green 5.0 per posti di lavoro utili e duraturi".