Attualità
turismo

Ottima l’estate turistica 2022 in Piemonte, buone prospettive per l’autunno

La ripresa del turismo in Piemonte iniziata ad aprile ha trovato conferma in un’estate dal bilancio molto positivo

Ottima l’estate turistica 2022 in Piemonte, buone prospettive per l’autunno
Attualità Biella Città, 16 Ottobre 2022 ore 08:45

Ottima l’estate turistica 2022 in Piemonte, buone prospettive per l’autunno

La ripresa del turismo in Piemonte iniziata ad aprile ha trovato conferma in un’estate dal bilancio molto positivo: incremento del 27% di arrivi e del 28% di presenze rispetto all’anno precedente e movimenti turistici nettamente superiori anche all’estate 2019: +7%. I volumi della stagione sono stati trainati dal turismo estero (+58%) e dal turismo nazionale delle regioni più lontane.

Numeri confermati anche dall’aumento delle recensioni on-line: +32,4% per il comparto ricettivo: i commenti riflettono la soddisfazione del cliente del prodotto turistico piemontese, maggiore rispetto al dato complessivo del prodotto Italia: 86,6/100 vs 85,7/100.

Il monitoraggio della spesa del primo semestre 2022 conferma i movimenti dall’estero: sul territorio montano delle grandi stazioni sciistiche si riconduce sostanzialmente al mercato francese (44%) e nel Verbano al mercato tedesco (39%); mentre nella città di Torino risulta più distribuita: mercato inglese (13%), mercato svizzero (13%) e poi francese (12%).

Dati migliori rispetto all'anno scorso

I mesi estivi di giugno, luglio e agosto 2022 registrano +27% di arrivi e +28% di presenze rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente a conferma della ripresa dei movimenti turistici nel territorio piemontese; anche rispetto al 2019 abbiamo riguadagnato importanti quote di mercato: si registra un incremento del 7,3% di arrivi e del 7,6% di presenze rispetto allo stesso periodo del 2019.

I movimenti turistici italiani crescono di oltre il 2% rispetto alla scorsa estate, raggiungendo quasi i valori dell’estate 2019; i movimenti dall’estero crescono del 60% rispetto all’anno precedente e incrementano il loro valore anche rispetto al 2019: +15% di arrivi e +16% di pernottamenti, portando la quota oltre il 50%.

La Germania è sempre il primo mercato estero per arrivi e pernottamenti: i turisti tedeschi che nell’estate hanno scelto il Piemonte hanno prodotto un incremento del 28% degli arrivi e del 36% dei pernottamenti rispetto al trimestre estivo del 2019; a seguire, Benelux, Francia e Svizzera, che superano tutti i valori del 2019. Da segnalare infine il Regno Unito che, pur restando sotto ai valori del periodo pre pandemico (e pre Brexit), moltiplica quasi per dieci i valori dell’estate del 2021.

Funzionano laghi e montagne

Analizzando le diverse aree del territorio piemontese si evidenzia che:

  • il prodotto lago registra nei tre mesi dell’estate 2022, +31% di presenze e +27% degli arrivi rispetto allo stesso periodo del 2021 e migliora i risultati del 2019: +13%; gli stranieri registrano +46% di arrivi e +43% di presenze rispetto allo stesso periodo del 2021 e superano anche i dati del 2019 (+13% di arrivi e +15% di presenze);
  • incrementi anche per la montagna estiva che già l’anno scorso aveva registrato minori perdite di mercato: +17% arrivi e +14% di presenze rispetto al periodo giugno-agosto del 2021;
  • ottima stagione estiva per le colline piemontesi che tradizionalmente vedono nei mesi autunnali la maggiore concentrazione di movimenti turistici: nel trimestre giugno-agosto, si registra un aumento degli arrivi del 16% e di oltre il 21% delle presenze rispetto allo stesso periodo del 2021; in crescita anche rispetto al periodo pre-pandemico: +12,5% di arrivi e +22% di presenze;
  • Torino con la prima cintura registra nel trimestre estivo un incremento di oltre il 50% di arrivi e di oltre il 40% di presenze; supera anche i valori del 2019 (+7%), recuperando lo stop subito dalle città d’arte, dalle destinazioni culturali e di short break.

Seguici sui nostri canali