Scuola

Mense scolastiche: a Biella si parte dal 20 settembre. Tutti i dettagli

L’obiettivo dell’amministrazione è quello di un graduale ritorno alla normalità con l’utilizzo di refettori e locali mensa.

Mense scolastiche: a Biella si parte dal 20 settembre. Tutti i dettagli
Attualità Biella Città, 06 Settembre 2021 ore 15:03

Saranno numerose le novità in vista della ripartenza del servizio mensa relativamente alle scuole materna, Primaria e Secondaria di primo grado della Città di Biella. In primis la data di partenza del servizio: partirà, in contemporanea in tutti gli istituti cittadini, da lunedì 20 settembre.

Mense scolastiche

L’obiettivo dell’amministrazione è quello di un graduale ritorno alla normalità con l’utilizzo di refettori e locali mensa. Lo scorso anno, in riferimento alle norme Covid-19, si era proceduto con lo scodellamento degli alimenti nelle singole aule e con l’utilizzo di posate e piatti monoporzione comportando un notevole aggravio di costi nei bilanci del Comune e un aumento di produzione di rifiuti plastici da smaltire.

Gli istituti

In alcuni istituti il servizio di refettorio partirà già settembre, in altre situazioni ci sarà in principio ancora lo scodellamento in classe – spiega l’assessore all’Istruzione Gabriella Bessone -, ma se il quadro pandemico lo consentirà è obiettivo dell’amministrazione tornare all’utilizzo al 100% dei locali mensa entro la fine dell’anno solare”. Alcuni refettori saranno oggetto di ampliamento, altri di interventi per migliorare gli spazi disponibili.

I piatti

Tra le priorità c’è il ritorno ai piatti in ceramica e alle posate in acciaio. Proprio per contenere l’imponente mole di rifiuti prodotti. Sul tema stanno lavorando amministrazione, direzioni scolastiche e i gestori del servizio mensa della Compass. Al posto dei vassoi verranno invece reintrodotte le tovagliette in carta. Mentre l’altra novità sarà l’introduzione delle borracce al posto delle singole bottigliette di plastica.

Aggiunge l’assessore Bessone: “Le novità che andiamo a introdurre hanno due obiettivi: ottimizzare i costi, aumentati a dismisura per via dell’emergenza sanitaria, che potranno garantire un risparmio sul bilancio comunale preventivato di oltre 100 mila euro in un anno scolastico e di porre attenzione all’ambiente per produrre meno rifiuti. Per quanto riguarda la data di avvio del servizio, è stata uniformata in tutte le scuole con inizio al 20 settembre, una settimana dopo rispetto al suono della prima campanella del 13 settembre in maniera tale di dare la possibilità del reinserimento dopo la pausa estiva, specialmente nelle materne. Un ringraziamento va ai tre dirigenti scolastici, sempre molto collaborativi con l’amministrazione, e con l’occasione auguro un buon inizio anno scolastico al nuovo dirigente dell’IC Biella 3 Renato Scutellà”.