Attualità
arpa piemonte

Maggio-luglio 2022: caldo sopra la media e siccità. Tutti i dati

Maggio si è posizionato al secondo posto dopo il 2009, anche giugno al secondo mese più caldo dopo il 2003 e luglio che volge al termine sarà probabilmente ai primi 2 posti insieme al 2015

Maggio-luglio 2022: caldo sopra la media e siccità. Tutti i dati
Attualità 31 Luglio 2022 ore 16:44

Maggio-luglio 2022: caldo sopra la media e siccità. Tutti i dati

Il lungo periodo caratterizzato da stabilità anticiclonica con temperature superiori alla norma climatica sta gradualmente terminando, forse temporaneamente. Un flusso da nordest nei bassi strati atmosferici è stato un altro fattore che ha contribuito al calo termico. Ma le temperature sono destinate ad aumentare nuovamente nei prossimi giorni con valori fino a 35°C in pianura.

Da metà maggio in Piemonte sono state registrate temperature sensibilmente al di sopra della norma climatica del periodo 1991 – 2020, con una breve interruzione tra fine maggio inizio giugno. Nonostante la prolungata anomalia termica in tutta la regione non sono stati superati i 40°C, come successo in diverse occasioni quali l’11 agosto del 2003, il 22 luglio 2015, il 2-4 agosto 2017 e il 27-28 giugno del 2019.

Record negativi

La rete meteorologica di Arpa Piemonte ha registrato solo due record di massima a giugno, di cui una, Passo del Moro (VB), a 2820 m con 23.7°C il 27 giugno 2022, è anche un record assoluto.

In una trentina di stazioni si sono registrati i record di massima a luglio ma nessuno è anche primato assoluto per la stazione di riferimento.

Maggio si è posizionato al secondo posto dopo il 2009, anche giugno al secondo mese più caldo dopo il 2003 e luglio che volge al termine sarà probabilmente ai primi 2 posti insieme al 2015. Al momento sembra più plausibile un nuovo secondo posto dietro il 2015. Luglio 2022 sarà anche tra i tre mesi più caldi in assoluto assieme a luglio 2015 e agosto 2003.

Ciò che ha caratterizzato maggiormente questo periodo di caldo sono state le notti tropicali (temperature minime  sopra 20°C) che nel bimestre giugno-luglio sono risultate notevolmente al di sopra delle medie e in alcuni capoluoghi di provincia sono state le più numerose e soprattutto hanno registrato il periodo di giorni consecutivi più lungo. Il numero di notti tropicali consecutivo ha registrato il record a Torino (15), Vercelli (9), Verbania(15) e Asti (15) tutti a partire dall’inizio della seconda decade di luglio.

Analizzando le temperature massime percepite a giugno sono state prossime alle temperature registrate grazie a valori di umidità più contenuti, mentre dal 10 luglio sono aumentati valori di umidità e quindi anche di temperatura percepita.

I temporali, anche violenti, e le precipitazioni di questi giorni non hanno comunque colmato la grave carenza idrica alla quale stiamo assistendo, con un deficit di precipitazioni da inizio anno sulla regione del 50% in meno rispetto alla media climatologica del periodo 1991 – 2020 e portate dei principali corsi d’acqua ai minimi storici.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter