Attualità
costo dell'opera? 300 euro

L'originale Cristo Crocifisso in acciaio di Bettin dalla Basilica Vecchia di Oropa a quella nuova

L'artista occhieppese: "Ringrazio il Signore, per avermi permesso di realizzare l'immagine del suo martirio"

L'originale Cristo Crocifisso in acciaio di Bettin dalla Basilica Vecchia di Oropa a quella nuova
Attualità Biella Città, 09 Gennaio 2023 ore 12:46

Con la fine delle festività verrà spostata nella Basilica Nuova di Oropa la scultura in filo di acciaio inox del Cristo crocifisso realizzata dall'artista occhieppese Vito Bettin e installata il mese scorso  presso la basilica antica del Santuario Mariano. Resterà poi esposta "per il tempo che chiederà il Rettore del santuario, il Canonico Don Berchi" sottolinea l'autore dell'opera, l'artista di Occhieppo Inferiore Vito Bettin.

La dedica di Bettin e i tanti commenti positivi all'opera “Il metallo non piega la Fede, ma la Fede piega il metallo”

"Ringrazio il Signore, per avermi permesso di realizzare l'immagine del suo martirio - ha scritto nelle scorse ore Bettin - Mentre intrecciavo quei fili che avrebbero poi reso la sua immagine, provavo una pietà infinita verso quel corpo straziato dalle ferite. Piegavo nella forma il metallo con riverenza e profondo rispetto. la mia non era più un'azione materiale ma piuttosto una preghiera silenziosa verso quelle forme che si stavano compiendo. Che grande onore mi hai concesso Signore, grazie per avermelo permesso, a me che non ho meriti per poterti essere testimone con la mia azione".

Il commento dell'artista, postato sulla pagina ufficiale del Santuario di Oropa sotto l'immagine della sua opera, ha suscitato decine di reazioni, tutte entusiaste per l'originale crocifisso.

L'opera di Bettin è stata ribattezzata “Il metallo non piega la Fede, ma la Fede piega il metallo” e misura un'altezza di 3,30 metri. La struttura portante è stata realizzata in acciaio inox e attorno alla stessa sono stati intrecciati fili metallici.  Prima di arrivare a Oropa era esposta nella chiesa parrocchiale di Occhieppo Inferiore.

Vito Bettin: "Il costo dell'opera? 300 euro"

"La realizzazione è costata circa 300 € - aveva sottolineano lo stesso artista di Occhieppo - Questo dimostra che non è necessario spendere delle fortune per ottenere qualcosa di pregevole. E' sufficiente un pò di pazienza, costanza, voglia di realizzare e un briciolo di creatività. La ritengo un consiglio materiale a tanti giovani che passano il tempo disponibile a perdersi nei social, senza nulla creare e senza stimolare la propria capacità creativa e di idee.

crocifisso vito bettin
Foto 1 di 5
crocifisso vito bettin1
Foto 2 di 5
dedica vito bettin
Foto 3 di 5
vito bettin terzo
Foto 4 di 5
vito bettin1
Foto 5 di 5

L'artista di Occhieppo Inferiore Vito Bettin

"Le generazioni attuali e future sono sempre più povere di idee e contenuti - aggiunge Vito Bettin - e il settore pubblico in genere è spesso latente quando non assente oppure teso a fargli ingurgitare ideologismi dell'ultima ora e decisi oltreoceano. Ma non occorre solo la sponsorizzazione pubblica e una manciata di danaro, occorrono anche persone che sappiano organizzarla e farla funzionare, creare eventi, creare stimolo verso obbiettivi alternativi alla morte culturale dei giovani. Tra breve avremo adulti che sapranno maneggiare disinvoltamente ogni genere di dispositivo tecnologico ma incapaci di apprezzare la cultura e limitati nella creatività. Spero in un domani dove siano loro a creare qualcosa e non un vecchietto 64enne".

Seguici sui nostri canali