Attualità
dopo un richiamo precauzionale

L'azienda Forno Miotti precisa sul ritiro di un prodotto alimentare

Scrive il legale dell'azienda con sede a San Giorgio delle Pertiche in provincia di Padova.

L'azienda Forno Miotti precisa sul ritiro di un prodotto alimentare
Attualità 09 Novembre 2021 ore 11:35

In merito alla notizia "Carrefour, richiamo precauzionale per due lotti di crostata di ciliegie" pubblicata lo scorso 13 ottobre 2021, riceviamo dall'avvocato Silvia Sardena e pubblichiamo la seguente richiesta di precisazione:

L'azienda Forno Miotti precisa

(...) Detto articolo, dal titolo "Carrefour, richiamo precauzionale per due lotti di crostata di ciliegie" contiene delle informazioni inesatte e che provocano un ingente danno all'immagine e alla reputazione commerciale della mia assistita. In particolare, l'articolo fa riferimento ad un ritiro di un prodotto alimentare, una crostata, a marchio "Brusa" e prodotta da Forno Miotti, per "sospetta presenza di ossido di etilene". Si precisa poi di evitare di consumare il prodotto, a scopo precauzionale.

Tuttavia, i fatti sono riportati in modo inesatto e incompleto. La stessa Forno Miotti in data 01 ottobre 2021 ha ricevuto una segnalazione da parte della Italcanditi spa di Pedrengo (BS) la quale avvertiva della presenza di ossido di etilene all'interno della materia prima utilizzata per la produzione del blend addensante contenuto nella confettura di frutta utilizzata da Forno Miotti per la produzione delle crostate.

Ricevuta tale notizia, la mia assistita provvedeva in via precauzionale a comunicare ai venditori i numeri dei lotti interessati, chiedendo che venissero ritirati dal mercato. Nessuno degli altri lotti acquistati e già consumati ha riportato problemi. Peraltro, la società Forno Miotti, ricevuta la segnalazione ed effettuato il ritiro in via precauzionale, provvedeva immediatamente a fare analizzare i lotti segnalati e riscontrava che dalle analisi le tracce di ossido di etilene risultano al di sotto del limite di quantificazione.

Alla luce di quanto esposto, ai sensi dell'art. 8 Legge 8 febbraio 1948 n. 47, Vi invito a provvedere alla rettifica di quanto scritto nell'articolo pubblicato in data 13 ottobre 2021 e qui rappresentato, mediante un articolo che precisi:
- che la società Forno Miotti richiedeva il ritiro dei lotti n. 21140 a solo
scopo precauzionale a seguito della segnalazione ricevuta dal fornitore
della confettura utilizzata da Miotti per la produzione delle crostate;
che a seguito del ritiro dei lotti segnalati le analisi svolte sugli stessi
rilevavano che le tracce di ossido di etilene erano al di sotto del limite di
quantificazione;
- che coloro che hanno acquistato e consumato le crostate prodotte da
Forno Miotti non hanno riscontrato alcun problema di salute;
- che pertanto i prodotti di Forno Miotti sono pienamente sicuri e
rispettano i più elevati standard qualitativi richiesti dalle certificazioni
BRC e IFS per i prodotti alimentari."
Avv. Silvia Sardena