Le previsioni

Italia sotto la "Cappa africana" picchi oltre 40°C al Sud, forti temporali al Nord

I primi temporali oggi.

Italia sotto la "Cappa africana" picchi oltre 40°C al Sud, forti temporali al Nord
Attualità 07 Luglio 2021 ore 08:30

Manuel Mazzoleni di 3bmeteo.com: “l’anticiclone Nord africano tornerà a rinforzarsi nei prossimi giorni sull’Italia, specie centro meridionale, con una nuova impennata delle temperature, mentre il Nord verrà ancora colpito da rovesci e temporali, anche intensi”.

Al Sud

“Si prospetta una settimana decisamente calda sull’Italia centro meridionale, dove è attesa l’ennesima ondata di calore africana” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Manuel Mazzoleni che spiega – “entro metà settimana si raggiungere l’apice del caldo, stante il graduale afflusso di correnti via via più calde dal Nord Africa. Si toccheranno così, tra giovedì e venerdì, nuovamente i 40-42°C nell’entroterra siculo, ma anche su Tavoliere, materano e cosentino, 36-38°C beneventano, Salento, campidano e cagliaritano. Il caldo si farà sentire anche al Centro con picchi di 35-37°C su interne tosco-laziali, pianure emiliano-romagnole e vallate umbre, sino a 37/38°C nell’entroterra marchigiano”.

“Lungo le coste il caldo sarà meno intenso ma aggravato da concentrazioni maggiori di umidità che aumenteranno la sensazione di afa” – avverte Mazzoleni di 3bmeteo.com – “Non solo, ma con l’accumulo del calore giorno dopo giorno si inizierà a soffrire anche la sera e in prima nottata, questo soprattutto nelle grandi città, con temperature serali localmente prossime ai 30°C.”

Al Nord

“Nel frattempo il Nord Italia risentirà di infiltrazioni di aria più instabile atlantica, che potranno innescare rovesci o temporali, localmente anche di forte intensità, stante il marcato contrasto termico. Già mercoledì saranno le Alpi centro occidentali e localmente le vicine Prealpi a essere interessate, mentre tra giovedì e la prima parte di venerdì l’instabilità dovrebbe risultare più diffusa, con fenomeni non solo su Alpi e Prealpi ma anche su Valpadana e Trivento” – concludono da 3bmeteo.com. Lo riporta Prima Novara.