Attualità
SOPRALLUOGO IN 9 STRUTTURE

Impianti sportivi di Biella sotto la lente per la candidatura a Regione Europea dello Sport

La Città di Biella, con il suo territorio, unico capoluogo di provincia visitato dalla Commissione Ace Europe in tutto il Piemonte, oltre a Torino

Impianti sportivi di Biella sotto la lente per la candidatura a Regione Europea dello Sport
Attualità Biella Città, 27 Ottobre 2021 ore 13:24

Visita agli impianti sportivi biellesi nella giornata di ieri da parte della Commissione Aces Europe per la candidatura a Regione Europea dello Sport 2022

Ieri la visita negli impianti sportivi del territorio

Nelle giornate del 26 e 27 ottobre la Commissione ACES Europe, in visita per la Candidatura della Regione Piemonte a “Regione Europea dello Sport 2022”, ha soggiornato a Biella per visionare alcuni impianti sportivi del territorio: Golf Club Biella “Le Betulle”, Biella Forum assistendo ad un allenamento della Pallacanestro Biella, Padel & Tennis Santo Stefano, Tennis Club “I Faggi” e gli impianti comunali PalaPajetta, Stadio “Alessandro La Marmora – Vittorio Pozzo”, Piscina “Massimo Rivetti”, Circolo Tennis Biella, Bocciodromo Città di Biella.

Biella unico capoluogo di provincia visitato dalla commissione Aces Europe

La Città di Biella, con il suo territorio, è stato l’unico capoluogo di provincia visitato dalla Commissione in tutto il Piemonte, oltre a Torino, grazie all’ottimo lavoro dimostrato durante la presentazione della propria candidatura a “Comunità Europea dello Sport 2023” e all’interessamento del vice-delegato ACES Italia per il Piemonte - delegato per la Valle d’Aosta e cittadino biellese Roberto Carta Fornon.

La Commissione è formata oltre che dal Presidente ACES Europe Gian Francesco Lupattelli, dal Vice-presidente ACES Europe Jonh Swanson (Scozia), dal Ministro dell'Istruzione e dello Sport della Junta de Andalucía Javier Imbroda che nella sua importante carriera sportiva è stato allenatore della Nazionale Spagnola di Basket (Spagna), dal Presidente del Dutch Cities of Sport Association Andre de Jeu (Olanda), dal delegato ACES Europe per la Slovacchia Andrea Junger (Slovacchia), dal componente del board Lukas Vorel-Adams (Repubblica Ceca) e dal Segretario Generale di ACES Europe Hugo Alonso (Spagna).

Durante la visita Pallacanestro Biella ha donato una maglia personalizzata a Javier Imbroda, che sarà consegnata ufficialmente a Torino. Il Lanificio Cerruti 1881 ha donato invece un prodotto tipico che lega il territorio al nome che è stato scelto per la Comunità “Terra della Lana”.

Biella ha un'impiantistica al livello di Città metropolitane

Alla fine della visita la Commissione ha fatto i complimenti per quanto hanno visitato, confermando che una provincia tra le più piccole d’Italia abbia un’impiantistica di grande livello e paragonabile, nelle dovute proporzioni, a Città metropolitane.

Nella giornata di domani, 28 ottobre, presso Palazzo Reale a Torino si svolgerà la conferenza stampa finale della visita alla presenza di una delegazione Biellese.

Nell’occasione sarà anche sottoscritto un protocollo d’intesa che conferma la collaborazione tra Regione Piemonte e ACES Europe, associazione no profit con sede a Bruxelles. Saranno presenti:  il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio; l’assessore regionale allo Sport Fabrizio Ricca; il presidente e fondatore di ACES Europe Gian Francesco Lupattelli; il segretario generale di ACES Europe Hugo Alonso; il presidente della sezione regionale del Coni Stefano Mossino; il presidente della sezione regionale del Cip Silvia Bruno; il presidente della sezione regionale di Anci Piemonte Paolo Marchiori, oltre il ministro dello Sport dell’Andalusia Francisco Javier Imbroda.

"Il Piemonte è la prima Regione italiana a candidarsi al conferimento di un titolo che, oltre a dare lustro al Piemonte, permetterà di creare una vetrina a livello nazionale e internazionale in cui presentare, attraverso l’organizzazione di iniziative finalizzate alla diffusione della pratica sportiva, il patrimonio sportivo impiantistico e la forte vocazione sportiva del territorio, con l’obiettivo di operare nell’interesse dei praticanti, delle comunità locali e di tutto il movimento sportivo" si legge in una nota di Regione Piemonte.