Attualità
inchiesta

Il turismo riprende fiato: "Più viaggi all'estero"

Una situazione senz’altro non facile, ma tuttavia, almeno per ora, sembra prevalere la fiducia o, perlomeno, una gran voglia di vacanze

Il turismo riprende fiato: "Più viaggi all'estero"
Attualità Cossatese, 24 Luglio 2022 ore 08:31

Il turismo riprende fiato: "Più viaggi all'estero"

Siamo in piena estate, la prima abbastanza tranquilla, dopo i due anni di lockdown a causa della pandemia. Il mese di luglio, infatti, sta trascorrendo in maniera pressoché normale, nonostante il covid non sia stato ancora completamente debellato e con la guerra in corso fra Russia ed Ucraina. Una situazione senz’altro non facile, ma, tuttavia, almeno per ora, sembra prevalere la fiducia o, perlomeno, una gran voglia di vacanze. Per questo, abbiamo pensato di contattare tutte le agenzie di viaggio di Cossato per sentire com’è la situazione attuale e quali sono le prospettive per i prossimi mesi.

La parola alle agenzie di viaggio

«I numeri dei viaggi per i mesi di luglio, agosto e settembre, sono notevolmente più elevati, rispetto agli ultimi due anni, ma non siamo ancora ai livelli del 2019. – ci spiega Ilaria Iulita di Pierrot Viaggi – Si stanno, finalmente, di nuovo organizzando le vacanze che hanno, come destinazione, molto Egitto (il Mar Rosso) ed il Mediterraneo in generale, soprattutto Grecia e Spagna. Ci sono, invece, al momento, meno richieste di crociere e si fanno viaggi negli Stati Uniti ed in Sud Africa. In media, si sta via dagli 8 ai 10 giorni, ma ho riscontrato una maggiore capacità di spesa. I clienti cercano di recuperate, forse, il tempo perduto, tralasciando, di solito, le offerte last minute.
Devo dire, con piacere, che abbiamo già molte prenotazioni per i mesi di ottobre, novembre e dicembre, che puntano, in modo particolare sull’Oceano Indiano, il Kenya e lo Zanzibar. C’è, purtroppo, al momento, qualche problema per quanto riguarda certe le compagnie aeree, frenate dagli scioperi, in vista, soprattutto, del rientro in Italia dei nostri clienti».

Giordana e Mario Novella di Giordy Travel, commentano: «La situazione delle vacanze si sta riprendendo molto bene, anche se c’è anche la paura per il covid e la guerra. La gente, infatti, ha una gran voglia di viaggiare, ma ci sono un po’ meno richieste per l’Italia, forse perché, in certe zone, i prezzi sono troppo cari.
Abbiamo moltissime richieste per il Mediterraneo (Grecia e Spagna, in particolare) e tante richieste di crociere, forse anche perché hanno tolto l’obbligo di fare le escursioni guidate. I nostri clienti fanno, inoltre, molte prenotazioni per gli Stati Uniti, i Caraibi ed il Messico. Di solito stanno via da una settimana a 10 giorni».

«Da metà aprile, c’è stata una forte ripartenza. Rispetto agli anni 2020 e al 2021, abbiamo raddoppiato i numeri: infatti, riceviamo richieste per tutto il Mediterraneo, ma anche dalla nostra Italia, in primis per la Sardegna e la Sicilia ed un po’ anche per la Puglia. - spiegano Sandro e Vanessa di Blu Vacanze - Vanno veramente anche alla grande le crociere, nonostante la pandemia e la guerra, con destinazione: i Caraibi, Santo Domingo, il Mar Rosso e la Tunisia.
Per il prossimo autunno, abbiamo già molte prenotazioni per i Caraibi, ma non riusciremo mai a recuperare i due anni fermi.
Per l’autunno-inverno, abbiamo già delle prenotazioni di viaggi negli Usa e alle Mauritius e qualcosa per il Kenya e lo Zambia. Inoltre, prima, il nostro lavoro si spalmava di più ed i clienti stavano via anche 15-16 giorni, mentre oggi la durata della vacanza è dimezzata».

«Da qualche mese ormai, si sta lavorando molto più dello scorso anno. - afferma Ingrid Capra di Tu mi fai girar… -
L’incremento è stato almeno del 60% e gli ordini per il mese in corso riguardano, prevalentemente, l’Italia: Puglia, Sardegna, Sicilia, Calabria e Riviera Adriatica.
Oltre, naturalmente, al Mediterraneo classico, quali: Baleari, Grecia ed un po’ di Mar Rosso. Restano sempre in pole position, i nostri viaggi di gruppo Italia/Europa e la permanenza media è di una settimana.
Ci auguriamo che il lavoro continui sulla stessa lunghezza d’onda anche ad agosto, settembre e in autunno.
Le gite di un giorno, e di 2-3-4 giorni, organizzate da noi vanno sempre a gonfie vele e sono, da tempo ormai, la nostra punta di diamante».
Infine, un operatore di Kos Viaggi, da noi interpellato, ci ha cortesemente risposto di non voler rispondere ad alcuna nostra domanda.

(Foto Paiato)
Franco Graziola

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter