sanità

Il piano per ridurre le liste d'attesa in ospedale

L’Asl punta a recuperare 5.557 visite da qui al 31 dicembre. C’è l’ok della Regione

Il piano per ridurre le liste d'attesa in ospedale
Attualità Biella Città, 05 Settembre 2021 ore 08:52

Il piano per ridurre le liste d'attesa in ospedale.

Investimento da 1,8 milioni

Mentre fanno ancora discutere le scelte del nuovo direttore generale Mario Sanò sulla sostituzione dei direttori sanitario e amministrativo, e mentre il Pd passa all’attacco frontale accusando di «incompetenza» il neo capo della sanità biellese, «catapultato dalla Giunta di centrodestra a Biella in un momento così fragile» (intervento a pagina 39), la Regione Piemonte ha dato il via libera al piano dell’Azienda sanitaria locale per il recupero di tutte le visite ambulatoriali rimandate a causa del Covid nei mesi scorsi. Il piano prevede un investimento da 1,8 milioni circa a favore di quei professionisti che su base volontaria vorranno offrire la propria professionalità al di fuori dell’orario di lavoro per arrivare a recuperare tutte le prestazioni sospese durante il Covid. E il numero è importante: si tratta infatti di 5.557 visite ambulatoriali lasciate indietro a causa della pandemia e che da qui al 31 dicembre, secondo il piano Asl, saranno recuperate. E l’elenco è lunghissimo (vedi articolo qui a fianco).

Quando ci saranno le visite

Le visite si terranno nel pomeriggio, al di fuori dell’orario di lavoro di medici e infermieri che dovranno dare su base volontaria la loro disponibilità a prolungare i propri turni. Per questa operazione l’Asl di Biella avrà a disposizione circa 1,3 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione Piemonte e circa 500mila euro del fondo Balduzzi, studiato appositamente per dare un aiuto concreto alle Aziende sanitarie per tornare a dare una risposta ai propri assistiti. Dunque medici e infermieri che, dopo l’accordo stipulato anche con i sindacati, decideranno di dare la propria disponibilità, saranno pagati per le ore in più che passeranno in ambulatorio. Il tutto per recuperare il tempo perso durante la pandemia.

Enzo Panelli